Coronavirus, genitori in difficoltà con un neonato al Bambin Gesù. Scatta la solidarietà della Polizia Locale

Gli agenti del IX gruppo Eur di Polizia Locale hanno acquistato tutto il corredo necessario ad un neonato trasferito d'urgenza dall'Abruzzo e da poco uscito dalla terapia intensiva

Nella foto l'ospedale Bambino Gesù

C’è un neonato al Bambino Gesù che ha fatto scattare una gara di solidarietà tra gli appartenenti del IX Gruppo Eur di Polizia Locale. Il bambino, nato con problemi di salute, è stato trasferito d’urgenza dall’Abruzzo all’ospedale romano. Avvenuto il trasferimento, i suoi genitori si sono dovuti confrontare con un altro problema, quello delle limitazioni decise per contenere il nuovo Coronavirus.

Settimane da incubo

Le restrizioni negli spostamenti, hanno di fatto creato un evidente disagio ai famigliari del neonato. Per i genitori, le settimane di apprensione vissute per il problema di salute del bambino, hanno rischiato di trasformarsi in un incubo. Senza la possibilità di spostamento e lontano dal resto della famiglia, la mamma ed il papà hanno dovuto affrontare momenti delicati.

La solidarietà della Polizia Locale

Ad alleviare le sofferenze di questi genitori, hanno provveduto le donne e gli uomini della Polizia Locale dell’Eur. Grazie ad un’iniziativa partorita da alcuni agenti, è partita una maratona solidale che ha consentito di reperire tutto quanto era necessario al bimbo, appena uscito dalla terapia intensiva. A dire il vero, più che di una maratona si è trattato di uno sprint, poiché in poche ore sono è stato acquistato tutto il corredo, dal fasciatoio alle tutine.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un gesto semplice ma significativo

Ora, grazie ad una pattuglia che ha caricato in auto tutto l’occorrente, il materiale reperito dagli agenti è stato donato ai genitori. Un gesto semplice che testimonia però, anche da parte degli uomini e donne in divisa, il profondo senso di appartenenza alla comunità.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Ho preso il muro fratellì”, l’infrazione costa cara all’ex rapper, patente ritirata ed auto sequestrata

  • Coronavirus, a Roma 10 nuovi contagi: sono 3635 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Omicidio suicidio a Roma: uccide la moglie e si spara dopo aver ferito il figlio

  • Coronavirus, a Roma 16 nuovi contagiati: nel Lazio sono 3786 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus, a Roma 15 nuovi contagiati: sono 3637 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma 9 nuovi contagi: sono quindi 3554 gli attuali casi positivi nel Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento