Coronavirus, i centri di formazione si adeguano: aule “virtuali” e didattica a distanza

La Città Metropolitana ha implementato la modalità della formazione a distanza, la vicesindaca Zotta: "Evitiamo distacco formativo"

foto credit: Pixabay

Anche i centri di formazione professionale si adeguano ai tempi del Coronavirus: la Città Metropolitana di Roma ha attivato le procedure didattiche alternative che prevedono la formazione a distanza (FAD).

Centri di formazione Città Metropoitana: didattica a distanza

Ogni Responsabile di Centro è stato chiamato a riprogrammare l'attività didattica di ciascun percorso formativo, utilizzando la FAD. La modalità didattica già prevista all'interno dei  diversi percorsi formativi è stata ampliata attraverso l’utilizzo della piattaforma offerta dal Registro elettronico a cui si sono aggiunte le "aule virtuali" costituite all'interno dei principali Social network .

“Attraverso queste tecnologie sarà possibile erogare i moduli formativi programmati, così come sarà possibile verificare e validare la formazione erogata ed appresa da ciascun allievo” – ha fatto sapere la vicesindaca della Città metropolitana di Roma, Teresa Zotta. 

I centri di formazione puntano sulle aule “virtuali”

La scelta di puntare immediatamente su una radicale e massiccia rimodulazione della programmazione ha come obiettivo principale quello di non far vivere agli allievi il distacco dal processo formativo in atto, prevenendo cosi anche fenomeni di dispersione scolastica.

“Inoltre crediamo che, utilizzare i social media , cosi come indicato nel decreto governativo, sia una buona occasione per fare didattica utilizzando le piattaforme ed i linguaggi più vicini al modo dei giovani di cui i nostri allievi sono parte. Il processo organizzativo ha infatti visto una entusiastica adesione dei ragazzi e delle famiglie, che – ha aggiunto Zotta - si sono immediatamente inseriti nelle classi virtuali". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nelle prossime settimane saranno verificati i risultati e messe in atto ulteriori implementazioni del sistema ed eventuali correttivi, “nell'interesse di una sempre più attenta presenza della Città Metropolitana di Roma Capitale al fianco dei ragazzi e delle famiglie anche in un momento cosi particolare per il nostro Paese”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento