Fase 2, bonus per il settore turistico: la Regione stanzia 20 milioni a fondo perduto

Titolari di alberghi, bed & breakfast, case vacanza e di altre strutture ricettive possono beneficiare di bonus a fondo perduto. Al contributo sono ammesse anche le agenzie di viaggi

Venti milioni di euro per aiutare il settore turistico. La Regione Lazio ha deciso di sostenere la ripartenza delle strutture ricettive ed alberghiere. Le restrizioni imposte per contenere il contagio del nuovo Coronavirus sono state drammatiche per il settore.

Gli aiuti della Regione

I titolari di hotel e strutture extralberghiere, ma anche le agenzie di viaggio ed i tour operator, potranno ora fare richiesta di uno specifico bonus. La Giunta Regione ha fissato gli indirizzi per concedere dei contributi a fronte perduto per tutti gli operatori del settore turistico. Per far fronte ai danni causati dall’emergenza Covid 19, sono infatti stati stanziati 20milioni di euro cui è possibile accedere, inoltrando una richiesta sul sito della Regione.

I bonus per gli alberghi

Sono tre le misure che l’ente governato da Zingaretti ha deciso di mettere in campo. Ci sono dei bonus riconosciuti a favore di strutture ricettive gestite in maniera imprenditoriale. A seconda della tipologia possono chiedere contributi che vanno da mille euro, per gli Affittacamere, le Guest house, e le residenze di campagna, fino ad arrivare agli 8mila euro messi a disposizione per gli alberghi a 4 o 5 stelle. Sono previsti, per gli imprenditori di questo settore, anche scaglioni da 6mila euro (per alberghi a 3 stelle) e 4mila euro (1 o 2 stelle).

Agenzie di viaggi

Anche le agenzie di viaggi e turismo del Lazio potranno chiedere il bonus a fondo perduto. Per questo genere di attività l’ente ha deciso di destinare un contributo che è pari a 1500 euro.

Bed & breakfast e strutture extralberghiere

La terza misura riguarda invece le strutture ricettive extalberghiere che sono gestite in forma prevalentemente non imprenditoriale. Come le strutture alberghiere devono però risultare iscritte, alla data del 6 aprile 2020, nelle specifiche banche dati regionali del Turismo. A queste attività che comprendono case ed appartamenti vacanze, bed &breakfast, ostelli per la gioventù, rifugi montani e case per ferie, è stato destinato un contributo economico di 600 euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dove inoltrare le domande

Per accedere al finanziamento a fondo perduto, i titolari della attività interessate dovranno collegarsi al portale www.regione.lazio.it/aiuticovidturismo. Le domande, da compilare ed inoltrare in modalità online, devono essere inviate allegando i documenti previsti entro le ore 16 del 5 maggio 2020. Le richieste potranno partire già dalle ore 9 di lunedì 18 maggio.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Ho preso il muro fratellì”, l’infrazione costa cara all’ex rapper, patente ritirata ed auto sequestrata

  • Omicidio suicidio a Roma: uccide la moglie e si spara dopo aver ferito il figlio

  • Coronavirus, a Roma 10 nuovi contagi: sono 3635 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus: nel Lazio per la prima volta il numero dei guariti supera quello dei positivi

  • Tragedia a Montespaccato: ragazzo di 30 anni trovato morto impiccato nel garage di casa

  • Sciopero a Roma: venerdì 29 maggio metro, bus e tram a rischio. Gli orari

Torna su
RomaToday è in caricamento