Venerdì, 19 Luglio 2024
Attualità

L'assessora della Lega contro i concerti al Circo Massimo: "La nostra cultura va protetta"

Simona Baldassarre, titolare regionale alla Cultura, torna sulle polemiche intorno all'opportunità di organizzare maxi eventi nell'area archeologica

"Da romana d'adozione, sono sinceramente preoccupata che si stia ignorando il monito della Soprintendenza circa l'inopportunità di tenere concerti o grandi eventi impattanti su di un'area fragilissima come il Circo Massimo. E sono altresì indignata che per il Comune di Roma, che è il soggetto responsabile, il tema sia quello del canone da far pagare agli artisti, tanto tutto si traduce in un utile o in marketing". Così l'assessora alla Cultura, Politiche giovani e Famiglia, Pari opportunità della Regione Lazio, Simona Baldassarre, riapre una polemica scoppiata intorno a ferragosto sull'opportunità o meno di tenere concerti con migliaia di persone nell'arena del Circo Massimo. 

I fatti e lo scontro politico

Il concerto di Travis Scott del 7 agosto ha fatto tremare la città, con una leggera scossa che è stata generata dai salti in contemporanea delle 70mila persone presenti all'evento. La direttrice del Parco archeologico del Colosseo, che include l'area del Circo Massimo, non ha gradito: "Non daremo più parere positivo per eventi di questo genere" aveva detto Alfonsina Russo. Da lì è partito lo scontro, con l'assessore ai Grandi eventi Alessandro Onorato che in un video ha attaccato l'archeologa: "Per fortuna i concerti al Circo Massimo non li decide Alfonsina Russo" ha detto. 

Nonostante il muro dell'assessore, sembrava che il futuro dell'arena fosse riservato a opera e balletti, finché il Campidoglio non ha trovato una quadra con il ministero. Si va avanti con gli spettacoli ma con un meccanismo di controllo rafforzato. Le prescrizioni che vengono messe nero su bianco dal Parco archeologico in sede di autorizzazione devono essere tutte rispettate e in caso negativo, sanzionate le violazioni. La valutazione di ogni evento sarà "caso per caso, come sempre, attraverso tavolo tecnico apposito". 

Le parole di Baldassarre

Non sembra però abbastanza per l'assessora, in quota Lega, Simona Baldassarre, che esprime un suo personale parere non proprio in linea con quello del governo Meloni. Il ministro Sangiuliano ha infatti escluso l'idea di vietare i concerti, optando piuttosto per una più ragionevole soluzione di compromesso. 

"Il valore culturale di un sito fondativo della civiltà romana, e dunque del nostro essere italiani, non è monetizzabile, ed incommensurabilmente maggiore del valore economico. Non proteggiamo la cultura per averne un ritorno, ma perché la nostra identità è sacra, è l'anima della Nazione - sottolinea - E sentire la sinistra al Comune fare ragionamenti ragionieristici è avvilente, la misura di come siano subalterni al mercato. Altra cosa è rispondere alle aspettative degli operatori economici e valorizzare il turismo. Ma questo va fatto salvaguardando il patrimonio, non esponendolo a rischi, che coinvolgerebbero anche gli spettatori. La cultura è un valore. Non trasformiamola in un... circo!".


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'assessora della Lega contro i concerti al Circo Massimo: "La nostra cultura va protetta"
RomaToday è in caricamento