rotate-mobile
Martedì, 20 Febbraio 2024
EVASIONE FISCALE

CiccioGamer nei guai: il noto youtuber non avrebbe dichiarato guadagni per oltre un milione di euro

A seguito delle indagini eseguite dalla Guardia di Finanza, l’imprenditore del web è chiamato a versare più di mezzo milione di imposte

Oltre un milione di compensi non dichiarati al fisco, per un importo totale di oltre 560 mila euro di imposte mai versate. A finire nei guai, e sotto la lente di ingrandimento dei finanziari del Comando provinciale di Roma, Ciccio Gamer un noto youtuber della Capitale, denunciato per evasione fiscale.

Omessa dichiarazione dei compensi

Cinque anni di omessa dichiarazione dei redditi, appurate dopo un lavoro certosino avviato dopo la segnalazione del Nucleo speciale entrate delle Fiamme gialle. L’uomo, tra i più affermati in Italia per numero di follower, soprattutto tra gli adolescenti, con oltre 2 milioni di iscritti al suo canale,  nonostante avesse percepito i compensi attraverso bonifici dall’estero, non ha mai dichiarato al Fisco. Eppure, come spiegano i finanziari, è bastato fare una lavoro di analisi specifico per riuscire a risalire agli esatti compensi percepiti: esistono contratti di sponsorizzazione, riconducibili ai banner presenti sulla pagina, acquisendo poi le comunicazioni telematiche attraverso gli stati membri dell’Ue.

I compensi del youtuber

I militari sono riusciti a ricostruire analiticamente il volume del fatturato dell’imprenditore e della società grazie a un lavoro certosino di analisi dei contratti di partnership stipulati con il colosso multimediale Google Ireland e con alcune agenzie di sponsorizzazione. I compensi derivanti sia dalla semplice visualizzazione della striscia pubblicitaria, ovvero “banner impression”, che dall’apertura della pagina pubblicizzata, “banner click-through”.

Esiste, tra gli altri, anche il compenso per la successiva iscrizione dell’utente alla pagina sponsorizzata, non presente nella lunga lista in fatturazione del youtuber in questione.

Il grosso debito con il fisco

A conclusione delle attività d'indagine, i finanzieri hanno appurato l’omesso versamento di imposte dirette per oltre 400mila euro, e di circa 160 mila euro dell’Iva. In attesa del giudizio definitivo, vale la presunzione di non colpevolezza dell’indagato. Anche se, da quanto si apprende, l’imprenditore si sta già prodigando per regolarizzare la sua posizione.

La replica di Cicciogamer89

“Se ho evaso, pagherò tutto quello che c’è da pagare, ma ne io ne il mio commercialista abbiamo avuto alcuna comunicazione”. CiccioGamer89 parla così ai suoi oltre 3 milioni di follower sul suo canale youtube, per rispondere all’accusa di evasione fiscale. “E’ in corso un accertamento negli ultimi cinque anni, abbiamo dato tutto quello che ci è stato richiesto ma ancora aspettavamo una risposta - dice il youtuber -. Sono l’unico amministratore della società, sono un personaggio pubblico e sarei davvero stupido se andassi ad infrangere le buone maniere di una persona civile, ovvero pagare le tasse. Se qualcuno ha sbagliato cercherò di capirlo, ma sappiate che io non ho mai voluto evadere le tasse. Mai”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiccioGamer nei guai: il noto youtuber non avrebbe dichiarato guadagni per oltre un milione di euro

RomaToday è in caricamento