Lunedì, 17 Maggio 2021
Attualità

Bel tempo e chiusure, i romani si trasferiscono fuori porta: dal mare ai borghi, ecco le mete preferite

Code dalla Cassia alla via del Mare nella prima domenica dopo l'entrata in vigore del nuovo dpcm. Da Ariccia e Trevignano a Civita di Bagnoreggio e Amatrice: dove andare per trascorrere un giorno lontani dalla città

Roma si trasferisce fuoriporta. Con il clima che ricorda quello delle ottobrate romane, la chiusura di cinema e teatri, stadi off limts da tempo, e soprattutto la chiusura dei centri commerciali, sono migliaia i romani che hanno scelto di trascorrere la domenica lontani dalla città o nei suoi paradisi verdi.  

Chiusure e restrizioni: Roma si trasferisce fuori città

Lo raccontano le code registrate dalla Cassia bis alla via del Mare, passando per Aurelia e via Leone XIII: il lago di Bracciano e il litorale, tra Ostia e Fregene ma anche Anzio, le mete più gettonate con ville storiche e parchi presi d’assalto dalle famiglie. A Villa Ada e Villa Pamphili c’è il pienone. E se i locali dei quartieri tipici della movida, da Pigneto a Trastevere e Ponte Milvio, cambiano la propria offerta, da aperitivi e cene a colazioni, brunch e pranzi, per resistere alle chiusure anticipate alle 18, sono i luoghi più affascinanti appena fuori Roma ad attrarre i visitatori. 

Queste le mete più ambite dai romani in fuga dalla città e dalle chiusure, almeno fino alle 22. 

Isola Farnese 

Isola Farnese è un borgo di origine etrusca alle porte di Roma. Sorge su una rupe vulcanica, fu in passato di proprietà della famiglia Orsini e, come si suol dire, vale il viaggio. A 25km dalla Capitale, ma situato in una posizione isolata, silenziosa, rilassante, dove il tempo si ferma, tra la valle della Storta  e la valle di San Sebastiano. Da visitare la Chiesa di San Pancrazio, con il suo portale di epoca romana, il Crocifisso ligneo del XV secolo. Isola Farnese può essere un ottimo punto di partenza anche per visitare il suggestivo parco di Veio, la Tomba di Nerone, il Lago di Bracciano, la riserva naturale della Marcigliana.

Fuggire da Roma nel weekend: 5 proposte per una gita fuori porta 

Civita Castellana

A poco meno di 70 km da Roma sorge la cittadina di Civita Castella, in provincia di Viterbo. La sua collocazione geografica e il numero non eccessivo di abitanti (conta all’incirca 16mila residenti) le consentono di essere un luogo deputato alla “pace dei sensi”. E’ ricca di aree templari, necropoli e santuari: tra tutti il Duomo la cui costruzione della facciata risale al XII secolo, la struttura è abbellita da importanti e particolari mosaici. Ancora il Forte Sangallo fatto costruire da Alessandro VI Borgia e l’area archeologica di Vignale, la necropoli della via Amerina.  

Trevignano Romano: la perla sul lago

Il piccolo comune di Trevignano Romano situato tra la costa settentrionale del lago di Bracciano e le pendici del monte Rocca Romana con i suoi 5mila abitanti è ricco di arte, cultura e occasioni di relax. Un'idea ottima per allontanarsi dal trambusto quotidiano, non lontano dalla città, qui è possibile ammirare architetture militari come quella del castello.

Ad Ariccia non solo porchetta

“Andiamo a pranzo ad Ariccia domenica?”. E’ questa la classica frase che si ascolta spesso soprattutto nei weekend primaverili ed estivi. Nota per le sue fraschette, per la porchetta, Ariccia in quest'estate si propone come un luogo da riscoprire, non solo gastronomicamente parlando. Un paese dove poter ammirare le architetture della collegiata di Santa Maria Assunta o il santuario di Santa Maria di Galloro e ancora il lungo ponte che offre una vista mozzafiato. E così la “porchetta” diventa solo uno dei pretesti per concedersi una domenica di relax lontano dal caos e il traffico della città. 

Civita di Bagnoregio

A poco meno di due ore di macchina c'è l'incantevole città di Civita di Bagnoregio, in provincia di Viterbo. Un comune di circa 3000 abitanti che si presta benissimo come luogo di relax dove la storia e l'architettura si fondono per servire una visione assolutamente unica tra i panorami italiani. Anticamente questo posto era conosciuto con il nome di Bagnorea, dovuto probabilmente alla presenza delle acque termali che si narra abbiano curato anche il re Desiderio. Singolare e suggesitvo il borgo edificato su uno sperone tufaceo con palazzo ducale e chiesa parrocchiale. 

Gita fuori porta: cinque luoghi da non perdere a due passi da Roma 

Anzio, centro storico e spiagge

Anzio è una graziosa località di mare, a circa 60 chilometri dalla Capitale dove unire relax in spiaggia ad una passeggiata culturale. Dal lungomare all'antico porto, fino al centro storico. Non mancano monumenti e architetture importanti, come la Chiesa di Sant'Antonio e la Basilica di Santa Teresa del Bambino Gesù. Tra i siti archeologici di Anzio, il più famoso è la Villa di Nerone, con le rovine di un teatro. Suggestiva la spiaggia "Grotte di Nerone" proprio a ridosso delle rovine archeologiche.

Amatrice: relax e riilancio dell'economia

Nel 2015 Amatrice è entrata nell’elenco dei borghi più belli d’Italia, nell’agosto dell’anno successivo un violento sisma ha causato molte vittime sfiancando una città che ha tutta l’intenzione di ripartire e lo ha fatto già da tempo. A pochi chilometri da Roma, quindi, immersi nel verde ai piedi dei monti della Laga e sulle sponde del lago di Scandarello, Amatrice resta un posto carico di significato e trascorrere qui una domenica non solo aiuta a rilassarsi ma anche a favorire il rilancio dell’economia. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bel tempo e chiusure, i romani si trasferiscono fuori porta: dal mare ai borghi, ecco le mete preferite

RomaToday è in caricamento