Attualità

Certificato vaccinale e nuovi servizi digitali anti Covid nel Lazio

La Regione Lazio annuncia importanti novità nella lotta al Covid. Tutte le informazioni sul certificato vaccinale e suoi servizi messi a disposizione dalla Regione per i cittadini

La lotta al Covid non si ferma nel Lazio e fa un ulteriore passo in avanti con l’iniziativa ‘Lazio: i nuovi servizi digitali e il certificato vaccinale’. Durante l’iniziativa sono state chiarite le modalità per scaricare il certificato vaccinale da sito web (salutelazio.it) e da app, e illustrati numeri e strategie della piattaforma digitale per la lotta al Covid nel Lazio gestita da LAZIOcrea. Alla conferenza stampa, fa sapere tramite un comunicato ufficiale la Regione Lazio, ha partecipato, online, anche Nicola Zingaretti Presidente della Regione Lazio. Oltre all’ex segretario del Partito Democratico presenti anche Alessio D’Amato assessore regionale alla Sanità e Maurizio Stumbo, Direttore dei sistemi informativi LAZIOcrea

Le novità

Le novità più rilevanti riguardano i medici di medicina generale (MMG). Infatti i medici col consenso dei pazienti potranno consultare e condividere il certificato vaccinale degli assistiti. Ad oggi il fascicolo sanitario dei cittadini del Lazio con ben 500mila attestati vaccinali per le persone che hanno completato il ciclo dei vaccini. Di questi il 30% sono già stati consultati e scaricati dalla piattaforma. 200mila sono i download dell’App SaluteLazio.

Certificato vaccinale che cos'è e come scaricarlo

Con certificato vaccinale ci si riferisce all’attestato di natura sanitaria stampabile o salvabile su smartphone/pc con i dati anagrafici, i dati delle due somministrazioni e il QR code per la verifica dell’autenticità. Per visualizzarlo e scaricarlo bisogna aver completato il ciclo di vaccinazione e accedere al portale APP SaluteLazio con la propria identità digitale. Successivamente sarà possibile aprire il proprio fascicolo sanitario elettronico e recuperare l’attestato vaccinale. Per constatarne la veridicità sarà sempre verificabile dall’APP scansionando il codice a barre. L’attestato vaccinale contiene le informazioni relative alle somministrazioni in italiano ed inglese. Il Lazio è stata la prima regione in Italia che ha permesso ai cittadini di scaricarlo. 

Come prenotarsi 

Sono tre le modalità che offre la piattaforma Covid (Sistema informativo per la prenotazione e somministrazione dei vaccini)) per prenotarsi: 1) via web; 2) tramite app; 3) tramite call-center. Tutti e tre canali di prenotazioni sono collegati alla rete degli hub e dei centri di vaccinazione regionali. Durante la campagna vaccinale, che dall’1 febbraio 2021 ha permesso ai cittadini di prenotarsi via web, sono state gestite 1.250.000 prenotazioni. Il servizio è in funzione h24 e per evitare flussi eccessivi, per lanciare le prenotazioni per fasce d’età si è sempre aspettato le ore 24. Ad oggi a lavorare allo sviluppo e gestione della piattaforma sono 70-80 unità fra service esterni e interni. Non solo vaccini. La piattaforma gestisce anche il sistema di prenotazioni per i test su Covid e i referti. Il Lazio è la regione, che in rapporto alla popolazione ha effettuato più test, 3.200.000 tamponi su sistema ReCUP EnteCovid. Più di un milione i referti per tampone scaricati dal portale Salute Lazio. 

Nel Lazio una persona su 4 è vaccinata

1.750.000 sono i vaccini somministrati nel Lazio tra prime e seconde dosi. Di questi più di 1.200.000 sono le prime dosi, circa il 25% della popolazione. Stando a questi numeri presenti nella piattaforma, nel Lazio una persona su quattro ha ricevuto almeno la prima dose del vaccino. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Certificato vaccinale e nuovi servizi digitali anti Covid nel Lazio

RomaToday è in caricamento