rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Attualità Esquilino / Via Giovanni Giolitti

La famiglia ucraina in fuga dalla guerra aiutata dai carabinieri a Termini

Madre e due bimbe di 10 e 7 anni sono poi arrivate a Venezia con un biglietto omaggio degli stessi militari

Il cuore grande dei carabinieri che prima hanno aiutato una famiglia in fuga dalla guerra in Ucraina e poi gli hanno procurato un biglietto omaggio per proseguire il loro viaggio della salvezza in Veneto. Tutto è cominciato sabato mattina quando i militari del nucleo Scalo Termini, in servizio di pattuglia alla stazione ferroviaria dell'Esquilino, hanno fornito assistenza ad una famiglia ucraina, madre con due bambine di 10 e 7 anni, arrivate in Italia giovedì scorso ed in partenza per Venezia dove saranno ospitate da loro connazionali. 

La famiglia, che non parla la lingua italiana, è stata accompagnata presso l’hub vaccinale di piazza dei Cinquecento, dove è stato allestito un punto di accoglienza con interprete di madre lingua Ucraina, al fine di potergli fornire un codice fiscale provvisorio, necessario per l’assistenza sanitaria durante la permanenza in Italia, nonché poter effettuare tampone molecolare e vaccinazione contro il Coronavirus. 

Successivamente la famiglia è stata fatta ristorare prima di accompagnarla a bordo del treno freccia per Venezia, grazie ad un biglietto omaggio procurato dagli stessi carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La famiglia ucraina in fuga dalla guerra aiutata dai carabinieri a Termini

RomaToday è in caricamento