rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Attualità

Atac chiama, i rinforzi (privati) rispondono: pronti 40 operatori per eventuali servizi aggiuntivi

Attivabili fino a 56.300 turni aggiuntivi di servizio con i 1.000 mezzi fra urbani e Granturismo messi a disposizione

A un mese dalla pubblicazione del bando per raccogliere la disponibilità di operatori privati sfruttando il milione di euro messo a disposizione dalla Regione, l'Atac raccoglie la disponibilità di 40 operatori privati, pronti a fornire servizi aggiuntivi per il trasporto pubblico locale. E' la stessa Atac a comunicare che "si è conclusa la fase di qualificazione del bando pubblico europeo pubblicato da Atac per le selezione di operatori ai quali affidare servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale per incrementare la produzione di superficie e supportare le linee di maggior afflusso".

Al termine della selezione sono stati individuati 40 operatori che complessivamente hanno messo a disposizione fino a 1.000 mezzi, fra i quali 165 bus da 12 metri urbani e 835 di tipo Granturismo ed interurbani, con i quali sarà possibile effettuare fino a 56.300 turni aggiuntivi di servizio. 
Altri operatori stanno completando la domanda di qualificazione, con ulteriore incremento del bacino di mezzi potenzialmente disponibile. 

L'attivazione di questi servizi sarà effettuata secondo l'evoluzione dei fabbisogni che saranno individuati dalle autorità, in coerenza con l'evoluzione del quadro normativo e finanziario. Gli affidamenti possono avvenire in tempi rapidi, secondo le necessità che verranno di volta in volta individuate.

Come funzionano i servizi aggiuntivi. In accordo con Roma Capitale e con il supporto di Roma Servizi per la Mobilità, è stata scelta una strategia di organizzazione dei servizi aggiuntivi basata sull’utilizzo dei mezzi privati su linee periferiche a più bassa frequentazione con reimpiego della capacità produttiva interna così generata su linee, per lo più centrali, nelle quali si registrano maggiori flussi di clienti, così da determinare un incremento del servizio offerto in termini omogenei e riconoscibili dall’utenza. Il modello di organizzazione, quindi, è lo stesso che è stato adottato quando sono state trasferimente temporaneamente ai privati alcune linee gestite da Atac, che al momento sono esercite con mezzi Granturismo. Ciò ha consentito ad Atac di aumentare il servizio nelle linee maggiormente frequentate per circa 600 corse al giorno.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atac chiama, i rinforzi (privati) rispondono: pronti 40 operatori per eventuali servizi aggiuntivi

RomaToday è in caricamento