Sabato, 20 Luglio 2024
Attualità

Buoni nido, fino a 400 euro mensili per pagare le rette: ecco chi ne ha diritto e come fare domanda

Dalla regione stanziati 11 milioni di euro per pagare le rette degli asili nido nell’anno 2023-2024.

Fino a 400 euro mensili per sostenere il pagamento delle rette negli asili nido accreditati. La regione Lazio ha pubblicato l’avviso per l’anno scolastico 2023-2024, comunicando i requisiti necessari per accedere ai “buoni nido” e e le modalità di erogazione del servizio. 

Come specificato sin dalla premessa, la finalità dell’avviso pubblico e da un lato, assicurare le migliori condizioni educative, di socializzazione e di inclusione dei bambini, dall’altro favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro e sostenere le pre-condizioni necessarie per favorire la partecipazione dei soggetti che hanno la responsabilità genitoriale di un minore, ed in particolare delle donne, al mercato del lavoro.  Con questo provvedimento, la regione spiega di mirare ad intercettare quella fascia di utenza che non riesce ad accedere al servizio pubblico, per mancanza di posti disponibili, per assenza del servizio o per inconciliabilità rispetto alle proprie esigenze di vita quotidiana.

Durata e importi dei buoni

Il valore del buono corrisponde al valore della retta mensile effettivamente pagata fino ad un massimo di € 400,00 mensili. La durata coincide con la frequenza ai servizi educativi di per le 11 mensilità comprese tra il 01/09/2023 e il 31/07/2024.

Chi può accedere al servizio

Al momento della presentazione della domanda, il richiedente deve essere cittadino italiano o di uno Stato membro dell’Unione Europea o di uno stato non facente parte dell’Unione Europea in possesso di regolare permesso di soggiorno ; essere residente o domiciliato in uno dei Comuni della Regione Lazio;  avere la responsabilità genitoriale del minore destinatario del servizio per l’infanzia;  essere la persona che sostiene il pagamento delle spese relative al servizio educativo frequentato dal minore;  avere un ISEE (ultima certificazione ISEE in corso di validità alla data di presentazione della domanda) di importo pari o inferiore a 60.000 Euro.

Modalità di erogazione dei buoni 

Sono previste tre tranche di rendicontazione e liquidazione dei contributi. La prima è per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2023 e rendicontate entro il 31 gennaio 2024; la seconda  tranche è per le spese sostenute entro il 30 aprile 2024 e rendicontate entro il 31 maggio 2024. La terza e ultima  tranche é per le spese sostenute entro il 31 agosto 2024 e rendicontate entro il 30 settembre 2024.

Come fare la domanda

I richiedenti devono presentare domanda di partecipazione a partire dalle ore 15:00 del giorno 11/09/2023. Dovranno provvedere a redigerla esclusivamente on-line accedendo all’apposita piattaforma efamily all’ indirizzo buoninido.efamilysg.it . La domanda deve essere presentata dal richiedente che sostiene il pagamento della retta. La modalità di presentazione delle domande è considerata “a sportello”: significa che potranno essere presentate domande fino all’esaurimento delle risorse disponibili o fino al termine ultimo previsto, entro le ore 23:59 del 28/06/2024. 

A parità di ordine cronologico di presentazione della domanda, in mancanza di risorse disponibili, verrà data priorità alla domanda con valore ISEE più basso.
Eventuali ulteriori informazioni sono a disposizione nelle faq del sito su cui presentare la domanda oppure ricorrendo al contact center attivo 8 ore al giorno dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 17.30 via mail all’indirizzo buoninido@efamilysg.it e telefonicamente al numero verde 800 279 948.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buoni nido, fino a 400 euro mensili per pagare le rette: ecco chi ne ha diritto e come fare domanda
RomaToday è in caricamento