rotate-mobile
Attualità

Bullismo a Roma, Corecom Lazio: "Prevenirlo con azioni di Media education"

Atti di Bullismo, violenza e aggressione resi pubblici anche sui social, Corecom fa appello alle istituzioni per rafforzare il legame tra scuola, famiglie, esperti informatici e psicologi

lL Corecom Lazio esprime forte preoccupazione per l’ulteriore episodio di bullismo ai danni di una minore di dodici anni picchiata da tre ragazze più grandi di lei, ma sempre minorenni, mentre trascorreva la giornata in un parco a nord di Roma.  “È ancora più grave che la violenza, avvenuta nei primi giorni di aprile, sia stata ripresa con i cellulari e mandata in diretta su Instagram”. Lo ha dichiarato Maria Cristina Cafini, Presidente del Corecom Lazio.

L'appello di Corecom alle istituzioni

Alla luce di questo ulteriore grave episodio di violenza il Corecom Lazio fa appello a tutte le istituzioni affinché “venga rafforzata la collaborazione tra scuola, famiglie, esperti informatici e psicologi per influire preventivamente e in modo correttivo sulla qualità dell’uso dei dispositivi digitali da parte dei minori sulla base del rispetto e dell’empatia per il prossimo”, ha proseguito Cafini  aggiungendo che il Corecom Lazio è da sempre impegnato nell’attività di media education.

“Siamo fermamente convinti che il patto di corresponsabilità tra scuola, famiglia ed istituzioni vada rafforzato con azioni concrete”, hanno concluso Iside Castagnola, Oreste Carracino, Federico Giannone e Roberto Giuliano, componenti del Corecom Lazio.

educazione_e_minori_def2-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bullismo a Roma, Corecom Lazio: "Prevenirlo con azioni di Media education"

RomaToday è in caricamento