rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Attualità

Discipline STEM, la Sapienza consegna 103 borse alle sue migliori studentesse

La cerimonia si terrà nell'aula magna dell'ateneo lunedì 28 marzo. Stem è l'acronimo di "science, Technology, engineering and mathematics"

Si sono distinte non solo nel voto di maturità, ma anche nelle singole materie scientifiche e per questo, essendosi immatricolate ai corsi di area STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics), lunedì 28 marzo verranno premiate con una borsa di studio triennale dal valore di 3.255 euro. A consegnare il riconoscimento a 103 studentesse - tutte non residenti nel Lazio, come da requisiti - sarà l'università Sapienza, durante un evento che si terrà in aula magna a piazzale Aldo Moro. 

L'iniziativa è nota come #100ragazzeSTEM ed è stata approvata dal consiglio d'amministrazione dell'ateneo romano nell'ambito della programmazione triennale, nel luglio 2021, tramite l'utilizzo dei fondi ministeriali. Un progetto che ha come scopo l'incremento della componente femminile nella formazione superiore in ambito scientifico, come anche da obiettivi del Pnrr, il piano nazionale di ripresa e resilienza finanziato con fondi europei. 

L'evento, che sarà aperto dalla rettrice Antonella Polimeni, vedrà la presenza anche dei presidi di Ingegneria civile e industriale, Ingegneria dell'informazione, Informatica e statistica e Scienze matematiche, fisiche e naturali. “Il colpo d’occhio che lunedì ci offrirà l’Aula magna gremita di ragazze  - il commento di Polimeni - rende l’idea della mission delineata nelle linee strategiche di Sapienza, così come declinate nel Gender Equality Plan adottato dall’Ateneo. Questa azione rappresenta una opportunità concreta per promuovere la presenza delle donne in ambito scientifico e ridurre la differenza di genere in un settore strategico che non solo offre ottime prospettive professionali, ma è funzionale alla crescita del nostro Paese”.

Le borse triennali sono state assegnate a studentesse immatricolate ai corsi di studio nell'anno accademico 2021-2022, residenti fuori della Regione Lazio, che si sono diplomate con votazione pari a 100. Per il mantenimento negli anni successivi al primo valgono criteri di merito legati all’acquisizione dei CFU (crediti formativi universitari) previsti nei corsi.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discipline STEM, la Sapienza consegna 103 borse alle sue migliori studentesse

RomaToday è in caricamento