rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
CRISI CLIMATICA / Ciampino / Via Appia Nuova, 1651

Blitz ambientalista all’aeroporto di Ciampino

Nel mirino degli attivisti lo scalo dedicato ai jet privati: “Vostro il lusso, nostro il collasso”

“Vostro il decollo, nostro l’accollo”.  Blitz all’aeroporto di Ciampino stamattina, sabato 19 novembre, da parte degli ambientalisti del Roma Climate Strike .

L’inquinamento degli aerei privati

Dopo il Grande raccordo anulare, e altri obbiettivi al centro città da parte degli attivisti di Ultima generazione, a finire nel mirino degli ambientalisti è lo scalo alle porte di Roma, dove alcuni manifestanti hanno fatto irruzione con l'obiettivo di bloccare il terminal dei jet privati. I militanti, controllati a vista dalle forze dell'ordine, hanno forzato i varchi d'accesso per entrare in pista, dove hanno causato esposto cartelli e acceso fumogeni per protestare contro l'inquinamento causato dai voli privati: "Vostro il lusso, nostro il collasso", lo slogan.

L’azione ambientalista

Il terminal è stato occupato e tappezzato di adesivi con le scritte "Mal comune, jet privato" e "Il lusso è furto al pianeta". “In Europa -  spiegano gli ambientalisti - il 50% della Co2 emessa dall'aviazione è prodotta dai jet privati, ovvero dall'1% della popolazione. Il 70% dei voli con jet privati sono lussuosi viaggi di piacere e il 35% dei voli di Ciampino sono effettuati da questi aerei". Da qui lo slogan "Sanzioniamo il lusso" e la protesta al terminal in occasione della giornata di chiusura della Cop27 (Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici) ospitata in Egitto: “questo è un luogo di ingiustizia sociale e climatica”, spiegano.

L'obiettivo di Roma Climate Strike è "una rivoluzione ecologista costruita dal basso, intrecciata indissolubilmente con una lotta di classe quantomai necessaria per far fronte al carovita prodotto dalla crisi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz ambientalista all’aeroporto di Ciampino

RomaToday è in caricamento