Coronavirus, il PD Roma: "Un'ora d'aria per i bambini nel rispetto di tutte le regole"

I dem della Capitale si uniscono alla richiesta avanzata da gruppi di genitori attraverso lettere e petizioni on line

Il Partito Democratico di Roma si unisce al coro di chi preme sul governo per consentire ai bambini di uscire un'ora al giorno. La proposta arriva con una nota che si accoda alle petizioni che in questi giorni stanno spuntando on line. "Un’ora d’aria per le bambine e i bambini nel rispetto delle regole vigenti". Uscite raccomande anche dall'Oms per "la salute e l’equilibrio psico-fisico dei più piccoli".

"Le misure emanate in queste settimane per contenere la diffusione del contagio", spiegano i dem romani in una nota, "sono assolutamente necessarie, condivisibili, condivise e siamo tutti chiamati a osservarle scrupolosamente per tutto il tempo che le autorità sanitarie riterrann"o necessario. In tale contesto resta consentita l’attività motoria entro breve distanza dalla propria abitazione e l’uscita con animali domestici per l’espletamento delle funzioni fisiologiche anche più volte al giorno, purché nel rispetto della distanza di almeno un metro tra una persona e l’altra. Chiediamo al Governo che analoga possibilità – breve uscita nei pressi della propria abitazione - sia esplicitamente prevista anche per tutti i bambini, accompagnati da un solo adulto, senza alcun assembramento o stazionamento in parchi-gioco o giardini, e che sia consentito l’uso dei cortili condominiali, qualora presenti, attraverso un sistema di turnazione tra i condomini". 

I pediatri: "Sì a finestre aperte, ma attenti a ora d'aria in cortili e terrazze"

Secondo il PD Roma "la costrizione prolungata all’interno di abitazioni spesso prive di balconi, terrazzi e giardini, rappresenta una condizione che, a lungo andare, può essere nociva per la mancanza di luce, aria e attività motoria leggera. Un rischio che riteniamo necessario scongiurare o comunque ridurre al massimo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ieri sul tema si è pronunciata anche la ministra per le Pari opportunità e la Famiglia Elena Bonetti: "I bambini devono poter uscire. Con il prolungamento del blocco totale, è urgente trovare una soluzione per i più piccoli chiusi in casa. "La salute è il bene primario che dobbiamo tutelare, per tutti. Anche i bambini e i ragazzi lo stanno imparando nel rispetto delle regole. Con il prolungarsi dell'emergenza dobbiamo però organizzare modi e tempi, limitati, in cui anche a loro sia consentito uscire di casa in piena sicurezza sanitaria. Non sarà facile, chiederà ancora più responsabilità, ma siamo chiamati a prenderci cura dei nostri figli e del loro futuro sotto ogni aspetto". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • Coronavirus, Lazio verso il coprifuoco e didattica a distanza parziale per le superiori. In arrivo un'ordinanza con i provvedimenti

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento