menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Avvento: la ‘Benedizione dei Bambinelli’ da piazza San Pietro ai social

L’appuntamento è fissato per la giornata di domenica 13 dicembre a partire dalle ore 11.15 con collegamenti dalla piazza e da alcuni oratori della città

Torna anche quest’anno la tradizionale 'Benedizione dei Bambinelli' che, inaugurata nel 1969 da Papa Paolo VI, accompagna le attività di Avvento degli oratori di Roma. L’edizione 2020 è rinnovata e modificata a causa delle restrizioni per contrastare il Covid-19 già perché il Centro Oratori Romani, che da decenni promuove questo appuntamento, ha immaginato una forma ‘diffusa’ dell’evento nella città invitando parroci ed oratori a celebrare nelle proprie comunità l’appuntamento di domenica 13 dicembre.

Quest’anno ci saranno anche gli animatori, i catechisti, i ragazzi e le loro famiglie ad animare le celebrazioni domenicali portando da casa le statuine del Gesù Bambino. A Piazza San Pietro, che per oltre 50 anni ha ospitato l’appuntamento con migliaia di ragazzi e animatori, sarà presente una rappresentanza dell’associazione laicale, fondata dal Servo di Dio Arnaldo Canepa per promuovere la pastorale oratoriana a Roma, e delle parrocchie che vorranno inviare una famiglia all’incontro con Papa Francesco durante l’Angelus domenicale. L’edizione 2020 diventerà così un appuntamento che non si fermerà al colonnato del Bernini, ma che diffonderà in decine di parrocchie la tradizione della Benedizione dei Bambinelli nella terza domenica di Avvento.

A partire dalle ore 11.15 sarà possibile seguire sul sito, sulle pagine FB e Youtube del Centro Oratori Romani la ‘digital edition’ dell’evento con collegamenti da Piazza San Pietro e da alcuni oratori della città. “La Benedizione dei Bambinelli da sempre ha il compito di ricordare ai bambini e ai ragazzi, alle loro famiglie e in un certo senso alla città – ha sottolineato il presidente del COR, David Lo Bascio, in un suo messaggio agli oratori romani -  che la vera gioia viene dal riconoscere che Gesù nasce ogni volta, di nuovo, nelle nostre vite. Oggi, nel momento in cui sperimentiamo tutta la fatica, la tristezza e talvolta il dolore che la pandemia ha generato, questa verità appare ancora più limpida e necessaria: così questo Natale “disadorno” può renderci capaci di meglio metterla a fuoco. Al Papa portiamo questi sentimenti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento