rotate-mobile
Martedì, 27 Settembre 2022
Attualità

Attacco hacker, nessun dato dell'anagrafe vaccinale regionale è stato sottratto

D'Amato: "Il timing che ci siamo dati è di far ripartire le prenotazioni dei vaccini e anche tutte le attività dell'anagrafe vaccinale regionale entro 3 giorni"

Nessun dato dell'anagrafe vaccinale regionale è stato sottratto. La Regione Lazio è sicura che, nonostante il massiccio attacco hacker subìto domenica scorsa, alcun dato sensibile riguardante il report sui vaccini anti Covid sia stato intaccato. A sottolinearlo è l'assessore alla Sanità e Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D'Amato che ribadisce come, da oggi fino venerdì, ogni giorno sarà buono per far tornare on line almeno i servizi sanitari riguardanti la lotta alla pandemia. 

"Tutti i dati relativi alle oltre 7 milioni di somministrazioni di vaccini eseguite sono in nostro possesso e nessun dato dell'Anagrafe Vaccinale Regionale è stato sottratto, come nessun altro dato sanitario, né del Fascicolo Sanitario Elettronico", sottolinea in una nota D'Amato.  

"Il supervisor della cybersicurezza è il Gruppo Leonardo aggiudicatario di una gara Consip da oltre due anni che, in questa fase, ci sta seguendo nell'affiancamento e nei rapporti con CSIRT (Computer Security Incident Response Team). Il timing che ci siamo dati è di far ripartire le prenotazioni dei vaccini e anche tutte le attività dell'anagrafe vaccinale regionale entro 3 giorni. - spiega l'assessore - Le attività di somministrazione stanno procedendo regolarmente, negli ultimi giorni sono stati somministrati oltre 94mila vaccini. Per quanto riguarda il rilascio del Green Pass, invitiamo a consultare le modalità sul sito www.dgc.gov.it".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attacco hacker, nessun dato dell'anagrafe vaccinale regionale è stato sottratto

RomaToday è in caricamento