rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Attualità

Atac, è boom di biglietti elettronici sul bus: uno su quattro è pagato con la carta

Il sistema Tap&Go è arrivato su autobus e tram a fine 2022, e ha fatto raddoppiare la vendita dei titoli di viaggio

La tecnologia aiuta Atac a gestire il sistema di trasporto pubblico: con l’implementazione, su bus e metro, dei sistema Tap&Go, che dà la possibilità di acquistare i biglietti con carta di credito o bancomat, nel primo trimestre del 2023 il numero di titoli di viaggio acquistati è raddoppiato (+81%), con picchi di 57mila “tap” giornalieri sulle linee cittadine su gomma e ferro.

Un biglietto su 4 acquistato è digitale

Il sistema Tap&Go è stato introdotto sui bus dalla fine del 2022, e ha “trainato” anche le validazioni in metro, aumentate del 55% da inizio anno. I dati mostrano che i biglietti a tempo da 100 minuti acquistati ai tornelli o validatori con le carte di pagamento coprono oltre il 25% del venduto, il che significa che un biglietto su 4 è comprato digitalmente. Il numero dei singoli viaggiatori che fino a oggi ha utilizzato Tap&Go ha superato i tre milioni, con oltre 23 milioni di tap, e il 5% di questi clienti ha fruito della tariffa best fare, ossia della possibilità di godere della miglior tariffa al crescere del numeri dei tap, fino alla tariffa Roma 24 ore, che consente di viaggiare per 24 ore dalla prima validazione.

L'80% dei clienti "digital" è romano

Circa l’80% sono cittadini romani, mentre fra i turisti, il 12% viene da paesi extra Ue, con inglesi e americani in testa. Gli altri vengono dall’Ue, con i cittadini spagnoli a guidare la classifica seguiti da  francesi e tedeschi. Nella stragrande maggioranza dei casi, la carta viene (prevedibilmente) impiegata non da utilizzatori abituali del trasporto pubblico cittadino, ma da clienti occasionali che utilizzano il mezzo pubblico per spostamenti in città soprattutto nel tempo libero. Il 77%, infatti, usufruisce del servizio in media un giorno a settimana, solitamente nel corso del week end. Le stazioni metro dove si è registrato il maggior numero di validazioni sono, in linea con i dati, Termini (linee A e B), e Ottaviano e Spagna di Metro A. Ultimo dato significativo, il fatto che il sistema Tap&Go abbia consentito di risparmiare oltre 226 quintali di carta - l’equivalente dei biglietti magnetici sostituiti dal pagamento elettronico - con un minor consumo di 114mila litri di acqua, 1.976 Kw di elettricità e 158 quintali di Co2.

Patanè: "La tecnologia traina la mobilità"

Proprio per incentivare l’uso del sistema, e per annunciare l'estensione del servizio anche ai mezzi di superficie, Atac e Mastercard, il partner tecnico che ha sostenuto sin dall'inizio lo sviluppo tecnologico del canale, hanno lanciato la nuova campagna che invita a riscoprire i luoghi più iconici della città eterna e vivere esperienze uniche, con un semplice "tap".

“I dati forniti questa mattina da Atac sull’utilizzo del Tap&Go sono ottimi e ci dicono che dobbiamo proseguire con convinzione sulla strada dell’innovazione tecnologica applicata alla mobilità, a cominciare dalla MaaS - Mobility as a Service, che sarà il prossimo passo sulla trasformazione digitale dell'accesso alla mobilità urbana di Roma - ha detto l’sssessore alla Mobilità di Roma Capitale, Eugenio Patanè - La nuova tecnologia garantisce dunque una migliore accessibilità e consente di recuperare efficienza e una  parte di quell’evasione tariffaria che spesso è stata deleteria per l’azienda”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atac, è boom di biglietti elettronici sul bus: uno su quattro è pagato con la carta

RomaToday è in caricamento