Martedì, 15 Giugno 2021
Attualità

La storia a lieto fine di Riccardo: raccolti quasi 5.000 euro per aiutarlo a sentire di nuovo

Il piccolo, 11 anni, è affetto da ipoacusia bilaterale. Gli interventi cui si è sottoposto non hanno migliorato la sua condizione, ed è stato costretto a investire in un apparecchio molto costoso

Quasi 5.000 euro raccolti in meno di una settimana per aiutare Riccardo, un bambino di 11 anni con sindrome di Down che da anni combatte con la ipoacusia bilaterale, una patologia che causa la perdita o la diminuzione dell'udito e che nel suo caso ha colpito entrambe le orecchie. È il risultato ottenuto da una petizione lanciata sulla piattaforma di crowdfunding gofundme.it, che in 6 giorni ha consentito di raggiungere la somma necessaria all’acquisto di un sofisticato apparecchio acustico che consentirà a Riccardo di sentire.

La sua storia l’ha raccontata Rosa Brozzi, mamma e organizzatrice della raccolta fondi: «Anni fa abbiamo acquistato le protesi acustiche tradizionali affrontando una  spesa di circa 5.000 euro, ma poi i medici dell'ospedale pediatrico Bambino Gesù ritennero opportuno operarlo di drenaggio transtimpanico per aiutarlo a drenare il catarro che si formava costantemente nelle sue orecchie e che gli causava ipoacusia - ha spiegato - La prima operazione fu nel 2016 ma, visti gli scarsi risultati, è stato sottoposto nuovamente a intervento di drenaggio nell'aprile 2019».

Neppure il secondo intervento ha dato i risultati sperato, e l’udito di Riccardo non è migliorato come i medici auspicavano. Con un problema aggiuntivo: le protesi acustiche acquistate in precedenza non erano più adatte, perché l’ultima operazione di drenaggio ha causato la perforazione della membrana del timpano, rendendo impossibile per il bambino indossate protesi di tipo occlusivo.

Da qui l’idea di lanciare una raccolta fondi per acquistare uno strumento più adatto alle esigenze di Riccardo, un apparecchio acustico a conduzione ossea (questo quello prescritto) da applicare agli occhiali: la raccolta è iniziata 6 giorni fa, e da allora sono stati donati 4.830 euro, con somme che in un caso sono arrivate alla cifra record di 1.000 euro. Consentendo a Rosa di acquistare l’apparecchio da 4.200 euro.

"Ringraziamo tutti per la partecipazione e la tanta solidarietà dimostrata, è stato davvero commovente - ha scritto la donna chiudendo le donazioni -Abbiamo raggiunto il risultato, dunque ci sentiamo in difficoltà perché noi siamo grati e dichiariamo terminata la raccolta fondi. Grazie a tutti di cuore”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La storia a lieto fine di Riccardo: raccolti quasi 5.000 euro per aiutarlo a sentire di nuovo

RomaToday è in caricamento