rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Attualità

Sulla Roma-Viterbo arriva il faro dell'Agenzia Nazionale Sicurezza Ferroviaria

L’Agenzia Nazionale Sicurezza Ferroviaria ha dato disposizioni negli ultimi giorni per un controllo preliminare e in via documentale sulle condizioni di sicurezza della linea Nord

L’Ansfisa torna a vigilare sulle condizioni di viaggio della Roma-Viterbo. Dopo aver intimato un aut aut ai macchinisti della linea Nord, sprovvisti dal 2019 di abilitazioni in linea con le normative europee, l’Agenzia Nazionale Sicurezza Ferroviaria interviene stavolta con dei controlli per documentare il grado di sicurezza della tratta.

Per ora le verifiche sono solo indagini via documentale. La scorsa settimana infatti l’Ansfisa ha avviato un controllo preliminare sulla Roma-Viterbo e sui documenti in possesso di Atac, attuale gestore della linea ferroviaria. “È stata richiesta al gestore la documentazione relativa al materiale rotabile attualmente in circolazione sulla tratta al fine di procedere a una prima ricognizione delle condizioni di sicurezza”, si legge nella nota diramata da Ansfisa. “Tale attività rappresenta il primo step e rientra nella normale attività espletata dall'Agenzia nello svolgimento delle proprie funzioni di vigilanza”.

Se però il controllo documentale evidenziasse anomalie, l’Agenzia nazionale procederà con dei controlli sul campo, volti ad accertare le condizioni effettive dello stato dei treni e del materiale rotabile. Per il momento, quindi, l'Agenzia ha ancora in corso l'acquisizione e l'analisi degli elementi necessari a controllare la sussistenza di adeguate condizioni di sicurezza e non è stato emanato alcun provvedimento di limitazione del traffico sulla tratta in questione.

Roma-Viterbo, soppresse altre 4 corse urbane per formazione dei macchinisti

Mentre l’Agenzia procede ai controlli preliminari, prosegue invece la formazione di macchinisti e personale Atac sulla Roma-Viterbo, con ulteriori disagi sulla mobilità del quadrante Nord. “In considerazione della rimodulazione del calendario per il conseguimento della licenza europea” – fa sapere Atac tramite fonogramma aziendale, “si dispone a partire dal 29 novembre 2021 il ripristino e le soppressioni dei seguenti treni urbani ed extraurbani”, indicando la soppressione di 4 treni urbani e il passaggio, così, da 170 corse urbane a 166 in circolazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sulla Roma-Viterbo arriva il faro dell'Agenzia Nazionale Sicurezza Ferroviaria

RomaToday è in caricamento