Ambiente, ambiente

  • Casale Alba 1, comitati contro "la delibera frutto di arroganza politica"

  • Roma abbandonata, ecco come è ridotto il parco di via Acciaroli

  • Largo Mengaroni, tre auto cannibalizzate nel parcheggio del comparto R8

  • Torre Spaccata: il parco di via Sisenna si rifà il look

  • Albano: arrivano gli Ispettori Ambientali Comunali, saranno volontari

  • Roma abbandonata: albero caduto in piazza Sacco. Da un mese i resti bloccano disabili e pedoni

  • Rifiuti a Ponte Malnome le opposizioni insorgono: "Basta usare la Valle Galeria come salvagente"

  • Casale Alba 1 regala un natale amaro a Della Casa: nel bando vincoli non rispettati e destinazione già decisa

  • Il parco Cicogna intitolato a Giulia, la piccola morta nel terremoto del 2006

  • "Salvate il Colosseo di Roma est": l'appello per trovare i fondi in bilancio

  • Villaggio Prenestino molla i cinque stelle: solo annunci, zero fatti

  • Piazza Balsamo Crivelli, il degrado lo vedono solo i cittadini. Per il municipio va tutto bene

  • Tmb Rocca Cencia non a norma, la rabbia della periferia contro il municipio grillino: "Ziantoni dimettiti"

  • Slalom tra i rifiuti e degrado: Castelverde B4 chiede normalità

  • Il Casale Alba 2 compie sei anni e l’obiettivo non cambia: "Il parco di Aguzzano deve restare pubblico”

  • Colli Aniene: lo sfalcio dell'erba parte da via Santi

  • Il parco di via Cassioli resta "orfano" tra abbandono e degrado

  • Salviamo la Riserva di Decima Malafede: riprende la discussione per approvare il Piano d'assetto

  • “Qui hanno pulito i cittadini”: Colli Aniene si ribella all’abbandono delle istituzioni 

  • Ambiente, sottoscritto accordo tra il presidente Zingaretti e il ministro Costa: ecco i punti

  • "Aprimo sto parco": l’insofferenza di Colli Aniene sfocia in protesta

  • Al buio, tombini aperti e senza recinzione: benvenuti al parco di via Diego Fabbri

  • Colle Prenestino, il comitato insorge: “In alcune strade rifiuti non raccolti da mesi”

  • Cambio al vertice per il comitato di Colle Prenestino, tra nuove istanze e vecchi problemi

  • I cittadini si rimboccano le maniche e restituiscono il decoro a 11mila metri quadri di piazza