We Run Rome: il 31 dicembre si corre nella Capitale

Tutti i runners riceveranno al traguardo dell'Atleticom We Run Rome 2018 (sia i partecipanti della 10km che quelli della 5km) l'esclusiva medaglia della gara

Lunedì 31 dicembre 2018, con partenza alle ore 14.00 esatte, torna l’Atleticom We Run Rome. Giunta alla VIII edizione, la manifestazione di corsa su strada competitiva sulla distanza di 10 Km e non competitiva sulle distanze di 10 e 5 Km, è il fiore all’occhiello di Atleticom, società di marketing sportivo organizzatrice de Il Miglio di Roma che la prossima stagione si svolgerà l’11 maggio 2019. 

L’Atleticom We Run Rome si svolge con il contributo della Regione Lazio,  gode dei patrocini del Comune di Roma, del CONI, sotto l'egida della Fidal, è inserita nel calendario nazionale ed è insignita del riconoscimento di Fidal Silver Label

La città più bella del mondo, un percorso spettacolare tra le meraviglie del centro di Roma, la vigilia di Capodanno. I presupposti per vivere una giornata indimenticabile ci sono tutti. Anche quest’anno l’Atleticom We Run Rome ripercorrerà i luoghi più ricchi di storia e di fascino della Capitale: dalle Terme di Caracalla al Circo Massimo, passando per piazza Venezia, via del Corso, piazza di Spagna, piazza del Popolo, il Pincio, villa Borghese, via Veneto, via dei Fori Imperiali e il Colosseo, per arrivare sulla linea del traguardo ancora una volta alle Terme di Caracalla.

L’Atleticom We Run Rome 2018 non sarà solo una festa di sport all’aria aperta per 10.000 appassionati di running, ma anche un grande appuntamento agonistico grazie alla presenza ai nastri di partenza di alcuni straordinari atleti del panorama internazionale. 

In campo maschile, il nome di punta sarà l’atleta dell'Esercito Daniele Meucci, campione europeo di Maratona nel 2014, che dovrà confrontarsi con il keniano James Kibet, campione uscente dell’ATLETICOM WE RUN ROME del 2017, ma soprattutto con Mahiedine Mekhissi-Benabbad, cinque volte oro europeo e vincitore di tre medaglie olimpiche nelle ultime tre edizioni di Pechino 2008, Londra 2012 e Rio de Janeiro nel 2016.

Dopo aver vinto la medaglia d’oro sui 3000 siepi agli Europei under 23 nel 2007 a Debrecen, Mahiedine Mekhissi-Benabbad arriva secondo ai Giochi Olimpici di Pechino del 2008, conquistando una prestigiosa medaglia d’argento sempre nella sua specialità. Nel 2010 vince la medaglia d’oro ancora sui 3000 siepi ai Campionato europei di Barcellona, mentre l'anno successivo conquista il bronzo ai Mondiali di Taegu

Nel 2012 conquista largento olimpico ai Giochi di Londra 2012 e vince anche la medaglia d'oro nei 3000  siepi ai Campionati europei di Helsinki, successo bissato il 14 agosto 2014 a Zurigo, ma viene in seguito squalificato per aver corso gli ultimi metri di gara senza la maglietta, tolta prima dell'ultimo ostacolo e senza la quale corre gli ultimi 80 metri circa. Persa l’occasione di conquistare la terza medaglia d'oro consecutiva agli Europei di atletica, si rifa tre giorni vincendo l’oro sui 1500 metri piani grazie a un rabbioso ultimo giro di gara.

La carriera di Mahiedine Mekhissi-Benabbad sembra però non conoscere ostacoli: un’altra medaglia olimpica (Bronzo) ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro nel 2016, quindi altri due trionfi europei per l’atleta francese nei 3000 siepi, l'oro sia agli Europei di Amsterdam nel 2016 che ai recenti campionati continentali di Berlino del 2018.

In campo femminile grande attesa per Lonah Chemtai Salpeter, la formidabile atleta israeliana fresca vincitrice della medaglia d’Oro ai recenti campionati europei di Berlino sulla distanza dei 10.000 metri. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

Torna su
RomaToday è in caricamento