Vis Artena, Matrigiani: "Rinvio del match con l’Sff Atletico inevitabile"

"Ma volevamo giocare"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Artena (Rm) – In casa Vis Artena c’era tanta attesa per il match interno che avrebbe dovuto mettere di fronte i ragazzi del presidente Roberto Matrigiani all’Sff Atletico. Ma l’incredibile evento piovoso che ha colpito la zona di Colleferro e dintorni ha reso impraticabili gli spogliatoi del “Caslini” che ospita le sfide interne dei rossoverdi. Il massimo dirigente della Vis Artena commenta così la giornata di domenica. «Si era già capito sin dalla mattinata che la questione era seria visto il rinvio della sfida di Eccellenza del Colleferro. Il terreno di gioco, seppur pesante, era sicuramente praticabile, ma la fortissima pioggia aveva allagato la zona degli spogliatoi mandando in tilt anche la caldaia. I vigili del fuoco hanno dichiarato inagibile l’impianto e a quel punto gli arbitri e il commissario di campo non hanno potuto fare altro che constatare l’impossibilità di giocare la sfida. Un evento meteorologico eccezionale che ha cancellato un match indubbiamente interessante: noi lo avevamo preparato bene e con la dovuta concentrazione. Personalmente avrei preferito giocare, ma era inevitabile il rinvio. Il mercato di dicembre? Abbiamo sempre detto che questo gruppo di ragazzi merita piena fiducia per tutto quello che sta facendo, poi come società siamo sempre vigili in caso di opportunità. Piuttosto è davvero un “curioso” scherzo del calendario il fatto che la Vis Artena, nel periodo di dicembre, dovrà affrontare ben tre trasferte consecutive in Sardegna, completando tra l’altro già alla fine del girone d’andata le sfide esterne con le squadre isolane. Forse si poteva studiare un po’ meglio questa situazione che a livello economico ci costringerà all’ennesimo grande sforzo. La prima del trittico di sfide in terra sarda sarà sul campo del Lanusei, una squadra importante e in salute che sul suo campo rappresenta un ostacolo molto duro. Ma la Vis Artena ha una sua identità di gioco e cercheremo di metterla in mostra anche domenica prossima».

Torna su
RomaToday è in caricamento