Vis Artena, il nuovo obiettivo di Matrigiani: "Vogliamo onorare il campionato fino in fondo"

La Vis Artena vince la sua 14esima partita stagionale imponendosi per 1-0 sul campo del Città di Anagni

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Artena (Rm) – La Vis Artena vince la sua 14esima partita stagionale imponendosi per 1-0 sul campo del Città di Anagni grazie ad un rigore di Costantini. L’ennesima prestazione di personalità da parte dei ragazzi di mister Francesco Punzi, l’ennesimo motivo di orgoglio per il presidente Roberto Matrigiani che commenta con soddisfazione la sfida di domenica. «La quota dei 50 punti è ormai a un passo, ma non ci accontenteremo perché vogliamo onorare il campionato fino in fondo. Anche contro il Città di Anagni la squadra si è comportata in maniera perfetta: abbiamo costruito una rosa con tanti ragazzi di valore che stanno facendo un torneo straordinario e che stanno dimostrando di essere un vero gruppo. La sosta non ha fatto abbassare la concentrazione ai nostri ragazzi che hanno continuato a lavorare con costanza e impegno. Abbiamo 47 punti e ce li siamo sudati e meritati tutti, anzi c’è addirittura da recriminare perchè in diverse occasioni non abbiamo raccolto nulla quando avremmo meritato di farlo. Per quanto riguarda i singoli, vorrei fare un’altra sottolineatura per la stagione che sta facendo Panella: è un giocatore e un uomo straordinario e all’interno di una squadra di calcio presenze caratteriali e tecniche come la sua sono imprescindibili e probabilmente per questo patron Bizzaglia lo avrebbe voluto riportare a Pomezia a metà stagione. La sfida con l’Avellino di domenica prossima? L’emozione vera è stata all’andata quando siamo andati a giocare in uno stadio che profuma di calcio come il “Partenio”, anche se le sfide della Vis Artena all’Avellino rimarranno nella memoria degli sportivi della nostra città per anni e anni. Quella che arriverà nel prossimo turno sarà un match affascinante contro un avversario che per blasone e per seguito meriterebbe altri scenari, ma che comunque affronteremo a testa alta. Ho sempre pensato che la rincorsa degli irpini al Lanusei sarebbe stata difficile soprattutto per i punti persi dall’Avellino nella prima parte di stagione, ma in ogni caso domenica proveremo a fare un’altra grande partita anche contro di loro».

Torna su
RomaToday è in caricamento