Vis Artena: Matrigiani difende la squadra

“Col Flaminia non è stata una brutta prestazione”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Artena (Rm) – La Vis Artena è caduta sul campo del Flaminia per 3-0. Una gara sfortunata che secondo il presidente Roberto Matrigiani non è stata così negativa come dice il risultato. «Ho letto dei commenti a caldo di qualche “addetto ai lavori” che parlava di una brutta prestazione da parte della Vis Artena, ma probabilmente non hanno visto la partita. Abbiamo costruito almeno tre nitide palle gol nel primo tempo con due miracoli del portiere avversario su Pagliaroli. Poi è arrivato il gol del vantaggio dei padroni di casa proprio nel recupero della prima frazione e lì la gara ha preso una piega negativa. Nel secondo tempo ci abbiamo comunque provato e il Flaminia ha segnato la seconda e la terza rete negli ultimi minuti dell’incontro, quindi la partita è stata in bilico a lungo e la Vis Artena anche in questa occasione ha provato a fare risultato. Non va dimenticato che di fronte avevamo una squadra allenata da un ex calciatore di serie A e composta da giocatori di prim’ordine come Morbidelli e Buono. D’altronde il Flaminia ha investito tanto per allestire la sua rosa e invece attualmente si trova a nove punti di distanza dalla Vis Artena. Spiace leggere certi commenti nei confronti di una squadra che, forse, coi suoi 51 punti ha reso “scontate” alcune cose che non lo sono affatto. Al primo anno in serie D questo gruppo di ragazzi, lo staff tecnico e la società hanno avuto un rendimento strepitoso, ma forse l’ambiente avrebbe apprezzato di più una salvezza tramite i play out per capire quanto è difficile questo campionato. Faccio queste considerazioni per difendere il lavoro dei ragazzi e perché confermarsi nella prossima stagione non sarà facile per niente, quindi tutto l’ambiente dovrà remare nella stessa direzione a sostegno di questo gruppo e del club. Giovedì torniamo in campo per la sfida interna col Latte Dolce terzo della classe e sarà un’altra partita durissima: questa squadra si è sempre rialzata con personalità dopo le sconfitte e spero che possa essere così anche stavolta».

Torna su
RomaToday è in caricamento