Tc New Country Frascati, due incontri con le mental coach Elisa e Simona Cori tra dicembre e gennaio

Si amplia ancora il già corposo staff del Tc New Country Frascati

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Frascati (Rm) – Si amplia ancora il già corposo staff del Tc New Country Frascati. Ad arricchire ulteriormente la famiglia sportiva del club tuscolano sono arrivate Elisa e Simona Cori, due sorelle che si occupano di mental coaching e che l’anno scorso hanno collaborato con il Perugia volley, compagine di serie A2 femminile. Un aspetto sempre più importante nell’ambito dell’attività sportiva sia a livello agonistico che di base che il Tc New Country Frascati mette a disposizione di tutti. “Col direttore sportivo Marcello Molinari ci siamo conosciuti recentemente presso la Bni Italia, un’organizzazione internazionale di business networking e scambio referenze a livello mondiale – racconta Elisa Cori – Anche noi siamo di Frascati e conosciamo la storica realtà del Tc New Country Frascati, anche se siamo state atlete di altre discipline (Elisa di karate e Simona di nuoto e pallanuoto, ndr) e quindi abbiamo avuto poco modo di frequentare il circolo. Abbiamo trovato un ambiente ideale dove portare avanti il nostro progetto che spiegheremo presto in due importanti incontri”. Gli appuntamenti (a cui i tesserati del club tusclano potranno partecipare in modo assolutamente gratuito) già fissati in agenda con le mental coach del Tc New Country Frascati sono due: l’11 dicembre (alle ore 19 presso il circolo di via dell’Acquacetosa, ndr) ci sarà la presentazione delle due professioniste ai ragazzi dell’agonistica del settore tennis e poi l’11 gennaio le sorelle Cori incontreranno i genitori dei bambini della Scuola tennis: “Prima di questi due appuntamenti, ne avremo un altro fissato per il prossimo 4 dicembre con tutti i tecnici del settore tennis e del settore nuoto con cui dovremo inevitabilmente relazionarci. Nel corso degli incontri coi ragazzi dell’agonistica e con i genitori dei bambini, esporremo le linee guida del nostro progetto che avrà una durata dai nove ai dodici mesi “a supporto” di ogni singolo atleta (ovviamente trattato in maniera specifica a seconda dell’età e delle “esigenze”, ndr) e che nel corso di questo periodo prevedrà anche appuntamenti coi genitori e coi tecnici dei ragazzi che vorranno farsi seguire. Inoltre tra le iniziative che abbiamo in programma, ci sarà in questo anno di lavoro anche un corso in un “campo di sopravvivenza” in una struttura dei Castelli Romani che è gestita dall’amico Michele Lupoli”. Insomma cureremo il dettaglio per far crescere questi ragazzi col nostro lavoro” conclude la Cori.

Torna su
RomaToday è in caricamento