Ssd Roma VIII calcio, Di Julio: “La squadra cresce"

"Ma c’è tanto da lavorare”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Roma – Un buon inizio per mister Dino Di Julio, subentrato da qualche settimana sulla panchina dell’Under 17 provinciale della Roma VIII. Dopo il k.o. all’esordio col Nuova Milvia, è arrivato un doppio successo consecutivo: prima fuori casa col Guidonia e nello scorso fine settimana tra le mura amiche col Santa Francesca Cabrini: “Il risultato ha un valore relativo in questo momento della stagione, bado più alla prestazione dei ragazzi anche se mi rendo conto che le vittorie portano entusiasmo – dice Di Julio - Sono concentrato su concetti come l’approccio alla gara, lo spirito di gruppo, l’intensità, l’aggressività e i ritmi di gioco: qualcosa si comincia a vedere, ma i ragazzi sanno che c’è tanto da lavorare”. Nell’ultimo match di domenica scorsa, l’Under 17 provinciale della Roma VIII ha piegato 3-1 il Santa Francesca Cabrini: “Siamo andati in vantaggio nel primo tempo con una rete di Giucci e poi in avvio di ripresa è arrivato il raddoppio di Trombetti. A quel punto la squadra ha un po’ mollato a livello di concentrazione e gli ospiti hanno accorciato le distanze rientrando in partita. Per fortuna, chi è entrato lo ha fatto con lo spirito giusto e alla fine abbiamo siglato il 3-1 conclusivo con Sciarillo, ma bisogna tenere alta l’attenzione per tutta la durata della partita”. Nel prossimo turno i ragazzi di Di Julio sono attesi da un match molto delicato: il derby sul campo del Torre Angela Acds. “Una squadra che sta molto bene come dimostra il fragoroso 7-1 con cui hanno battuto la Nuova Lunghezza nell’ultimo turno di campionato. Quando si vince con un punteggio così largo, anche contro le ultime della classe, non è mai un caso: bisognerà stare attenti perché sarà una sfida complicata”. L’allenatore non si sbilancia sulle prospettive stagionali del suo gruppo: “La società ha fatto chiaramente capire ai ragazzi che conta su di loro e che li vuole protagonisti. L’obiettivo è quello di arrivare più in alto possibile perché il gruppo ha qualità importanti e la squadra è disposta al sacrificio e all’ascolto delle idee del sottoscritto”.

Torna su
RomaToday è in caricamento