Rocchi stende il Palermo: la Lazio vince l’anticipo con i rosanero

Una rete del subentrato attaccante biancoceleste permette alla squadra di Delio Rossi di chiudere bene il 2008 regalando a presidente e tifosi una vittoria importante

Tommaso Rocchi entra e decide la sfida dell’Olimpico: bastano meno di dieci minuti alla punta veneziana per prendere confidenza in area rosanero e battere Amelia anticipando Kjaer sul perfetto cross dalla sinistra di Meghni.

La Lazio si presenta alla sfida priva degli infortunati Brocchi, Matuzalem e Siviglia ai quali si aggiungono le defezioni dell’ultimo momento di Rozenhal e Mauri. Assenze pesanti soprattutto a centrocampo dove Delio Rossi si inventa Lichtsteiner interno destro con De Silvestri in copertura. Mossa poco felice perché dopo appena quarantacinque minuti di gioco il tecnico biancoceleste cambia fisionomia alla squadra inserendo Dabo al posto del confusionario De Silvestri.

Nella prima frazione di gioco poche occasioni da una parte e dall’altra con il Palermo che resta attendista e la Lazio che non riesce a creare occasioni importanti. L’ingresso di Dabo per i biancocelesti sistema parzialmente la situazione ma la sostituzione che si rivelerà decisiva é quella che arriva al 13’ quando Rocchi prende il posto di uno spento Zarate che non gradisce e fa il giro del campo pur di non salutare il compagno di squadra. La Lazio prende coraggio e al 21’ passa in vantaggio con Rocchi che sfrutta un assist di Meghni e va a festeggiare con i tifosi in delirio. L’argentino Zarate resta immobile in panchina e non esulta dimostrando qualche problema da risolvere nello spogliatoio biancoazzurro.

Il Palermo, che deve rinunciare agli infortunati Budan, Cavani e Carrozzieri, fa poco per mettere paura a Carrizo se si eccettua un’incredibile occasione fallita da Bresciano su assist di Simplicio nella ripresa. Nel finale Balzaretti rimedia la giusta doppia ammonizione al 28’ e lascia il Palermo in dieci uomini mentre Miccoli é costretto ad uscire al 33’ per problemi muscolari lasciando il posto al georgiano Mchedlidze. La squadra rosanero non riesce a creare pericoli e perde dunque 1-0 restando a metà classifica con 23 punti. La Lazio raggiunge quota 27 e continua la rincorsa ad un posto Uefa.


Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

  • Quando si possono riaccendere i termosifoni? Ecco date e orari

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

Torna su
RomaToday è in caricamento