Panucci forse lascia mentre continua la querelle Ancelotti-Spalletti

La dirigenza giallorossa deve risolvere prima possibile la questione rinnovo del difensore ma: "Parlare di addio mi sembra prematuro" e Spalletti replica ad Ancelotti: “Io sono tranquillo, Ancelotti non lo so"

L a Roma si appresta a vivere mesi di fuoco a causa delle spinose situazioni riguardanti i rinnovi dei contratti in scadenza. Il più imminente é quello che vede in primo piano il difensore 35enne Christian Panucci, al quale tra soli sei mesi scadrà il contratto con la società giallorossa come puntualizza l’agente del giocatore Fabio Parisi a ‘Romanews.eu’: “La questione del rinnovo di Christian andava affrontata tre o quattro mesi fa. Sarebbe stato tutto più facile. Il contratto scade a giugno e il giocatore è libero di firmare per qualunque squadra. Siamo in trattative con la Roma, ma se la situazione fosse stata affrontata prima gli animi sarebbero stati più distesi. Ci sono differenze ma non sulla durata. Parlare di addio alla Roma mi sembra prematuro. Magari si farà un biennale, ma mai dire mai. Maldini ha 40 anni ed è ancora importante per il Milan. Un futuro da dirigente? Per ora Christian pensa a giocare”.

Parole chiare che polemizzano sicuramente con la Roma, colpevole di aver aspettato troppo per risolvere la questione legata al rinnovo di Panucci. Da una situazione ancora in via di sviluppo si passa alla questione legata al botta e risposta che in questi giorni c’é stato tra il tecnico del Milan Carlo Ancelotti (che aveva detto scherzosamente riferendosi a Spalletti: “Vinca la sua Coppa dei Campioni, e poi si tolga dalle scatole") e il tecnico giallorosso Luciano Spalletti che ha replicato con toni pacati su ‘Sky’: “Io sono tranquillo, Ancelotti non lo so... Sono contento delle parole di Carlo, spero che vadano a buon fine, che lui diventi allenatore della Roma, visto lo spessore del tecnico e la qualità dell'uomo. Ma a parte questo, resto tranquillo perché i dirigenti mi hanno sempre dato fiducia”.

Nei giorni scorsi c’era stata anche la replica alle parole di Ancelotti da parte di Bruno Conti che si é espresso così a ‘Romanews.eu’: “Carlo Ancelotti è un mio amico. Ma io sono altrettanto amico di Spalletti. E con lui stiamo programmando il futuro. Io non so cosa sia passato per la testa di Carlo quando ha detto quella cosa. E allora mi sembra giusto ribadire la nostra totale fiducia per il presente e il futuro al nostro attuale allenatore. Quello che ha fatto Spalletti in questi quattro anni è straordinario”.

Potrebbe interessarti

  • Saldi estivi a Roma, manca poco: quando iniziano

  • Cinema all'aperto a Roma: indirizzi e film in programma nell'estate 2019

  • Come vestirsi ad un matrimonio d'estate: consigli di stile

  • I rimedi naturali per allontanare api, vespe e calabroni senza danneggiare l’ambiente

I più letti della settimana

  • Giallo di Torvaianica, il compagno di Maria Corazza ha incontrato tre persone venerdì mattina

  • Perde il controllo della moto e finisce contro il guardrail: morto 27enne romano

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 15 e domenica 16 giugno

  • Interrogatori, autopsia e filmati delle telecamere di sorveglianza: giallo di Torvaianica verso la svolta

  • Gta Fiumicino: ruba auto, prende contromano il Terminal 1, causa incidente e sale su carro attrezzi

  • Rapina al McDrive, poi la fuga e lo schianto in scooter

Torna su
RomaToday è in caricamento