Pagelle di Catania-Lazio: Hernanes, Mauri, Floccari e Zarate sono super

I voti dei protagonisti della partita del Massimino, che ha visto trionfare la Lazio per 4-1. Menzione d’onore per Zarate, mentre tra i catanesi si mette in mostra Schelotto

“Servono due colpi fuori casa e due in casa”, così diceva Edy Reja nell’immediato post partita di otto giorni fa. Il primo colpo esterno è arrivato già ieri, con la larga vittoria di Catania, dove la Lazio ha espresso bel gioco e grande personalità. Non era facile, infatti, riproporsi all’attacco dopo aver subito il gol del pari nei primi 25 secondi della ripresa. Ma la Lazio non si è persa d’animo ed ha colpito con i suoi attaccanti, in giornata di grazia. Il Catania, dal canto suo, ha resistito finchè ha potuto, ma non ha sfruttato a dovere proprio quel gol del pareggio, che avrebbe potuto e dovuto dare più verve agli etnei. Scopriamo nel dettaglio le valutazioni dei singoli giocatori.

CATANIA

ANDUJAR 5,5: Incolpevole sui quattro goal subiti, si distingue per un paio di uscite basse che limitano i danni per la sua squadra. Non trasmette però la giusta sicurezza al reparto.

ALVAREZ 5: Nel primo tempo viene spesso e volentieri preso d’infilata da Floccari ed Hernanes, e soprattutto non garantisce alcuna spinta offensiva.

SILVESTRE 6: E’ il giocatore che prova a dare più solidità alla difesa, e si rende sempre minaccioso su calci d’angolo e punizioni.

TERLIZZI 5: Giornata molto difficile, perché Floccari è davvero in forma, e Zarate è un folletto. Il difensore catanese non riesce a prenderli mai.

CAPUANO 6: Nonostante sulla sua fascia svarino sia Lichtsteiner che Zarate, è quello che prova a chiuderli di più, facendosi spesso vedere sul fronte offensivo ed appoggiando la manovra.

CARBONI 6: Lottatore infaticabile a tutto campo. E’ uno degli argentini del Catania, forse quello che gioca meglio nel pomeriggio del Massimino. Il classico incontrista con tanto fisico e polmoni.

LODI 5,5: Da uno con i suoi piedi ci si aspetta sempre qualcosa di più. Viene sostituito subito prima che il Catania possa usufruire di due calci di punizione dal limite, sua specialità.

SCHELOTTO 6,5: Il migliore in campo per il Catania. Segna e si propone, è l’unico che nel primo tempo prova ad infastidire la difesa laziale.

RICCHIUTI 6: Propizia il gol dei padroni di casa con un bel passaggio in verticale per Bergessio e si procura un paio di punizioni interessanti. Presenza tangibile.

BERGESSIO 6: Il nuovo attaccante di Simeone non la prende quasi mai, ma gli basta una verticalizzazione per entrare nell’azione del gol. Da servire di più e meglio.

MAXI LOPEZ 5,5: La voglia non manca, i palloni sì. Ne riceve pochissimi e non se li va a prendere, fa spesso a sportellate con Biava e Dias perdendo qualsiasi duello.

LEDESMA P. dal 52’ 5,5: Entra nel tentativo, fallito, di mettere ordine a centrocampo.

GOMEZ dal 70’ 5,5: Un paio di accelerazioni, niente di più.

SIMEONE 5: Presenta un Catania offensivo, cercando la vittoria. Rimedia una sonora batosta da quella che forse, fra qualche anno, sarà la sua squadra.

LAZIO


MUSLERA 5,5: Bene nelle uscite sui cross, incerto solo in occasione del gol, con la respinta sul tiro di Bergessio che sembra troppo morbida.

LICHTSTEINER 6: Disegna la parabola che porta al primo gol della Lazio, ma è il vero colpevole del pareggio catanese. Luci e ombre.

BIAVA 6: Un po’ nervoso ma ad ogni modo presente nel duello contro Maxi Lopez.

DIAS 6,5: Una certezza per il reparto difensivo laziale, il “bagnino” (come lo chiamano a Roma) non tradisce e si prende la rivincita contro Lopez, che lo freddò al suo esordio romano.

RADU 6: Gioca bloccato dal tremendo lutto che lo ha colpito, ed infatti si propone poco in attacco. Tutto sommato attento ed ordinato.

BRESCIANO 6,5: Sorprendente prova da mediano per l’australiano, che non fa rimpiangere Brocchi, e questa è una notizia.

LEDESMA 6,5: Metronomo del centrocampo, non fa registrare alcuna sbavatura. Preciso ed attento anche in fase di interdizione.

MAURI 7: Spizza di testa la palla che Hernanes depositerà in fondo al sacco, segna il secondo gol in sospetto ma millimetrico fuorigioco. E’ sempre presente in ogni azione e sembra aver recuperato lo smalto di inizio stagione.

HERNANES 7,5: Il Profeta indica la strada per la Champions segnando ed innescando l’azione del terzo gol. Tutti i palloni passano per i suoi piedi, gioca finalmente in trasferta come fa sempre in casa, cioè molto bene.

SCULLI s.v.: Esce dopo 12 minuti per infortunio.

FLOCCARI 7: L’attaccante della salvezza è tornato. Un gol facile, ma tanti ottimi spunti, soprattutto sulla fascia sinistra, dove nel primo tempo salta sempre l’uomo creando la superiorità numerica.

ZARATE dal 12’ 8: Maurito, in punizione per un ritardo all’allenamento, entra per sostituire Sculli e spacca la partita. Serpentine, dribbling, due assist e la gemma del gol su punizione. Erano due anni che non si vedeva un Zarate così voglioso. Ed è stata anche la prima volta in cui lo abbiamo visto al servizio della
squadra. Se da qui alla fine le gioca tutte così, allora la Lazio può davvero sognare.

REJA 7: Indovina la mossa di Bresciano mediano, ma ci resta un dubbio: se Sculli non si fosse fatto male, avrebbe pagato a caro prezzo l’esclusione di Zarate? Ad ogni modo, resta un grande condottiero.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Ho preso il muro fratellì”, l’infrazione costa cara all’ex rapper, patente ritirata ed auto sequestrata

  • Coronavirus: nel Lazio per la prima volta il numero dei guariti supera quello dei positivi

  • Tragedia a Montespaccato: ragazzo di 30 anni trovato morto impiccato nel garage di casa

  • Omicidio suicidio a Roma: uccide la moglie e si spara dopo aver ferito il figlio

  • Coronavirus, a Roma 8 nuovi contagiati in 24 ore: sono 3538 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma 9 nuovi contagi: sono quindi 3554 gli attuali casi positivi nel Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento