Milan-Lazio 1-2: un lampo di Correa affossa i rossoneri e rompe il tabù

Dopo 30 anni la Lazio torna a vincere a San Siro contro il Diavolo: apre il solito Immobile, poi un autogol di Bastos, ma nella ripresa Luis Alberto illumina ed El Tucu non sbaglia

Milan-Lazio ha chiuso la domenica di Serie A; la Lazio dopo 30 anni torna a vincere a San Siro. L'1-2 finale lo ha sancito la rete di Correa al minuto 83, dopo il vantaggio di Immobile (100° gol con questa maglia al 25') ed il pareggio arrivato con un tiro di Piatek deviato da Bastos (autogol al 28').

I biancocelesti si attestano così quarti in classifica, a pari punti (21) con Atalanta e Cagliari.

Primo Tempo: Vantaggio di Immobile annullato da un autogol

Al 21' prima grande occasione della gara con Immobile: Luis Alberto lo serve in area e Ciro calcia di prima intenzione sul secondo palo, ma la traversa gli nega il gol. Tempo quattro minuti  e al 25' il capocannoniere della Serie A ci riprova, stavolta riuscendoci: cross dal fondo di Lazzari e Immobile anticipa Duarte e supera Donnarumma, segnando con un preciso colpo di testa. È 0-1.

La reazione dei rossoneri non si fa attendere: al 28' un cross morbido di Hernandez trova Piatek che cerca di spedire il pallone in rete. E in rete il pallone ci va, però dopo una deviazione di Bastos, che quindi fa autogol e beffa Strakosha. Il Milan pareggia, 1-1. Al 34' staff medico in campo: Castillejo, vittima d'infortunio, è costretto a lasciare il campo: dentro Rebic. Al minuto 39 Calhanoglu prova a sorprendere direttamente da calcio d'angolo Strakosha, che invece salva sulla linea. Prima ammonizione della partita al 43', quando Milinkovic la subisce, dopo un intervento falloso ai danni di Hernandez.

Secondo Tempo: Luis Alberto illumina, il Tucu non sbaglia

Nei primi minuti del secondo tempo due cartellini gialli in casa Milan: a Duarte (51') per un fallo su Luis Alberto e a Krunic per un intervento scomposto. Intanto Leao prende il posto di Paquetá. Al 60' doppio cambio orchestrato da Simone Inzaghi: fuori Milinkovic ed Immobile, dentro Parolo e Caicedo. Al 63' Parolo viene subito ammonito per un fallo tattico ai danni di Hernandez, mentre al 64' è Radu a "vincere" un cartellino giallo per un intervento falloso su Calhanoglu. Lucas Leiva, invece, per non lasciare soli i due compagni di squadra, si fa ammonire al 70.

Altre novità all'82': Caicedo dopo aver provato a stringere i denti, pur essendo un subentrato, è costretto a lasciare il campo. Al suo posto Cataldi. Luis Alberto avanza di qualche metro la sua posizione e al minuto 83 lascia partire un passaggio filtrante no-look per Correa che entra in area dalla destra e, solo davanti a Donnarumma, lo supera. Ecco l'1-2! Nel finale e nei cinque minuti di recupro si registrano solo la terza sostituzione del Milan (Bonaventura per Krunic) e altri due cartellini gialli: a Bennacer per fallo su Correa e a Cataldi per perdita di tempo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero Roma Tpl, lunedì 18 novembre a rischio i bus in periferie: orari e fasce di garanzia

  • Pizza Awards Italia 2019, Roma stupisce: ecco le migliori pizze della Capitale (e del Lazio)

  • Incidente a Romanina: scontro tra auto, morta una mamma. Grave la figlia

  • Sciopero, oggi a rischio bus Cotral e Roma Tpl: gli orari e le linee interessate

  • Meteo Roma, peggiorano le previsioni: l'allerta diventa "codice arancione"

  • Manifestazione dei pensionati e sit-in dei pendolari: sabato attese oltre 20mila persone a Roma

Torna su
RomaToday è in caricamento