Caos Lazio, Lotito contestato: imbrattati i muri di Auronzo di Cadore

Per tutto comune della provincia di Belluno, dove la Lazio è in ritiro, sono comparsi alcuni graffiti contro il presidente Lotito 

La contestazione a Roma

Clima teso in casa Lazio. Dopo la manifestazione nel ritiro di Auronzo di Cadore e per le vie di Roma con striscioni e cori, questa mattina, i tifosi biancocelesti sono di nuovo passati all'azione. Per tutto comune della provincia di Belluno sono comparsi alcuni graffiti contro il presidente Claudio Lotito. 

Scritte pesanti, che non lasciano spazio a interpretazione: "Lotito b**a", "Lotito ma**le" e l'ormai immancabile "Lotito vattene". L'aria di contestazione si fa sempre meno respirabile per Lotito e il ds Igli Tare. Il rapporto tra tifosi e società insanabile.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Federico Tomei morto in un incidente: calcio laziale in lutto per la perdita del 22enne

Torna su
RomaToday è in caricamento