menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Lazio bella di notte: il Galatasaray va ko. Continua il sogno europeo

Succede tutto nella ripresa. La Lazio si scatena e va in gol con Parolo e Anderson in pochi minuti. I turchi però non mollano e segnano con Yasin. E' però Klose a chiudere il match. Continua il commino in Europa League

La Lazio vince 3 a 1 contro il Galatasaray nel ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League. I biancocelesti faticano a creare e la partita fatica a prendere ritmi piacevoli. Nella ripresa la squadra di Stefano Pioli alza il volume e in pochi minuti va in gol con Marco Parolo e Felipe Anderson. Poco dopo, però, Oztekin Yasin riapre il discorso. Al 73', però, Miroslav Klose rimette le cose apposto per la Lazio. Domani i sorteggi per gli ottavi.

GLI SCONTRI - Fumogeni e bombe carta sono state lanciate dai tifosi del Galatasaray che da Piazza del Popolo, nel centro di Roma, si sono spostati in corteo verso villa Borghese per poi raggiungere lo stadio Olimpico. Momenti di tensione anche a piazza delle Canestre tra turchi e le forze dell'ordine che stanno presidiando l'area. La situazione è tornata presto alla normalità grazie anche all'intervento di alcuni capi ultrà della squadra turca.

PRIMO TEMPO - Nello stadio, tuttavia, la situazione è sempre stata tranquilla. Il pareggio dell'andata ha fin da subito sottolineato l'equilibrio nel match. La prima chance arriva al 10' con un colpo di testa di Milinkovic troppo centrale però verso Muslera. La Lazio preme ma il Gala in contropiede crea grattacapi. Al 18' Sneijder scalda i guanti di Marchetti. 

La partita, brutta, è piena di falli ed errori a metà campo. Di occasioni da rete, invece, neanche l'ombra. Anche perché Anderson, Matri e Lulic hanno le polveri bagnate mentre dall'altra parta Podolski non vede palla. Al Biglia impegna severamente Muslera con una sassata da fuori. E' l'ultima emozione di un primo tempo bloccato. 

SECONDO TEMPO - Il Galatasaray, ad inizio ripresa, prende coraggio. Donk ci prova ma la palla è a lato. A mettere un po' di pepe in una gara sciapa è allora la pioggia che, copiosa, si abbatte sul terreno dell'Olimpico. I minuti però passano, la qualificaizone resta in bilico, e i turchi credono nel colpaccio. Al 57' prima vera palla gol. Matri scappa via a tutti e calcia: Muslera soffia e la palla sbatte sul palo. Pioli capisce che è il momento giusto per alzare il baricentro: fuori Lulic e dentro Candreva. 

Ed proprio da una iniziativa del numero 87 della Lazio che nasce il gol. La firma è di Parolo che, da calcio d'angolo, sale più in alto di tutti facendo esplodere la Nord. E' 1 a 0. La rete dell'ex Parma regala energie supplementari ai padroni di casa. 

E così al 61' arriva il 2 a 0. Azione di qualità della Lazio, ricamata da Candreva con un'ottima palla in profondità per Matri: l'ex Cagliari serve in mezzo Anderson, che deve soltanto appoggiare in rete a porta spalancata. Partita chiusa? Macché.

Passano 60 secondi e Yasin Oztekin riapre i giochi. Un pallone in profondità di Balta sorprende Bisevac e libera Yasin davanti a Marchetti: il numero 7, col portiere in uscita, è bravo a rimanere freddo e a riportare in partita i suoi con una conclusione bassa sul primo palo. Mister Denizli, allora, cambia fisionomia ai giallorossi: dentro Bulut, fuori Sabri. 

Pioli risponde con l'ingresso di Klose che, in tre minuti, va in gol. Tutto fin troppo semplice per il tedesco, che deve solo appoggiare in rete un perfetto cross basso dalla sinistra di Radu. Che dormita, però, della retroguardia turca. E' il gol che manda ko il Galatasaray. La Lazio vince 3 a 1, passa il turno e continua il suo momento magico in Europa League: 5 vittoria e due pareggi.  

IL COMMENTO - Una qualificazione mai messa in discussione. Anche alla TurkTelekom Arena, nonostante il pareggio, la squadra di Pioli aveva sempre dato l'impressione di dominare il Galatasaray. Decisivi, nella ripresa, gli innesti di Candreva e Klose che hanno consentito ai biancocelesti di dare lo strappo decisivo. Buona anche la prova del reparto difensivo. 

TABELLINO E PAGELLE
LAZIO (4-3-3) -
Marchetti 6; Konko 6, Mauricio 6,5, Bisevac 6, Radu 6; Milinkovic 6,5, Biglia 6, Parolo 6,5; Felipe Anderson 6, Matri 6 (69' Klose 7), Lulic 5 (58' Candreva 7). All. Pioli. A disp. Berisha, Hoedt, Basta, Cataldi, Mauri.
GALATASARAY (4-2-3-1) - Muslera 6; Denayer 5, Chedjou 5, Balta 5,5, Carole 5; Donk 5,5 (86' Bilal Kisa sv), Inan 5,5; Sabri Sarioglu 5,5 (65' Bulut 6), Sneijder 5, Yasin Oztekin 6,5; Podolski 4. All. Denizli. A disp. Gonen, José Rodriguez, Kaya, Gunter, Adin.
MARCATORI: Parolo (L), Felipe Anderson (L), Yasin Oztekin (G), Klose (L) 


 

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Cronaca

      Omicidio a Prati: gestore di una vineria ucciso da un tassista

    • Cronaca

      Sciopero a Roma, il 31 maggio metro e bus a rischio

    • Cronaca

      Rissa tra coppie al parcheggio del Centro Commerciale: donna stesa da un pugno

    • A Roma ci piace

      Le 10 migliori gelaterie di Roma: ecco tutti gli indirizzi

    Torna su