La Lazio in cerca di un centrocampista: sarà il ritorno di Veron?

Il mediano argentino ha fatto dichiarazioni d’amore verso la maglia biancoceleste e il presidente Lotito frena subito: "Personalmente non sono per i cavalli di ritorno"

I primi amori non si scordano mai e la passione che ha suscitato nei tifosi laziali l’argentino Juan Sebastian Veron difficilmente sarà dimenticata. Un giocatore dalle straordinarie doti tecniche che ha sempre abbinato una grinta invidiabile ad una classe sopraffina.

Un centrocampista centrale di spessore che potrebbe sicuramente trovare posto nell’undici titolare di Delio Rossi anche perché la voglia di tornare non manca, come conferma lo stesso giocatore a ‘Radio Incontro’: “Un mio ritorno? La Lazio è nel mio cuore e per questo non escludo nulla. È stata la tappa più importante della mia carriera calcistica e sono orgoglioso di aver vestito questa maglia. L’idea di tornare a giocare per la società che mi ha fatto vincere tanto mi stimola e sono felice che la gente sia così entusiasta di un mio ipotetico ritorno. Ora non so quali potrebbero essere i piani della società e se sia reale la volontà di riportarmi a Roma. Magari l’intento è di puntare sui giovani e la mia carta d’identità parla chiaro. Nonostante questo, sento di poter dare tanto al calcio e di poter dire ancora la mia anche in un campionato così agonistico come quello italiano. Non sono mai stato un giocatore particolarmente dinamico, il mio lavoro è più di testa che di piede”.

Interpellato sulla vicenda il presidente biancoceleste Claudio Lotito ha voluto dire la sua ai microfoni di ‘Radio Kiss Kiss’: “Ho appreso ieri delle dichiarazioni di Juan Sebastian Veron: personalmente non sono per i cavalli di ritorno, ma il discorso e la proposta meritano di essere approfonditi, in base ovviamente ai nostri criteri di mercato, ingaggio compreso. Di certo parliamo di un grande giocatore. Ultimamente sono in molti a voler tornare. Forse hanno capito cosa si sono persi quando sono andati via nei momenti difficili”.

Lotito ha poi commentato la situazione della rosa biancoceleste attuale che ha un numero eccessivo di giocatori e che quindi sarà necessariamente da sfoltire: “Siamo in esubero di giocatori rispetto alle competizioni cui siamo chiamati a rispondere. Da qui l'esigenza di valorizzare il nostro patrimonio, cedendo qualcuno in prestito. Il nostro mercato di gennaio si baserà principalmente sulla valorizzazione dei calciatori che fino a questo momento hanno avuto poco spazio e qualcuno potrà andare a giocare altrove. Magari accontenterò qualche mio collega che ha bisogno di pedine importanti per lo scacchiere della sua squadra. Mauri alla Juventus? Non ho ricevuto alcuna offerta dal club bianconero. Resta con noi”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Scomparso da Civitavecchia, il 14enne era a Bologna: così è stato ritrovato Alessandro

  • Sciopero Roma 25 ottobre 2019: metro, bus e Cotral a rischio. Orari e informazioni

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento