De Rossi: "Il mio senso della vita è mia figlia Gaia"

Il centrocampista della Roma, ospite della trasmissione di Paolo Bonolis 'Il senso della vita', parla della sua vita privata dalla morte del suocero, al matrimonio finito, fino all'amore infinito che ha per sua figlia

Forse non serviva una trasmissione tv per dimostrare il valore umano di Daniele De Rossi, ma ieri ospite della trasmissione di Paolo Bonolis 'Il senso della vita' su Canale 5 il centrocampista di Ostia ha toccato tutti. "Qual è il tuo senso della vita?", ha domandato alla fine il conduttore. "Ci ho pensato molto prima anche al di là della trasmissione, il pensiero era sempre uno, l'epicentro è lei: mia figlia Gaia. E' il mio senso della vita e il motivo per il quale devo la fare la persona pacata. Quando smetterò mi piace il pensiero di vivere la sua adolescenza, di stare con lei, di diventare nonno".

"Non penso che il mio rendimento sia calato dopo la morte di mio suocero. Certo, sono cose che ti rimangono dentro. È difficile anche non pensarci quando riguarda tante persone che ti stanno vicine e poi la cosa diventa pubblica e finisce che ne parlano tutti i giornali. Quando però ho dedicato la doppietta in Georgia a mio suocero, non ho capito lo sdegno di molti ed è una cosa che rifarei. Era una dedica", ha detto il centrocampista. 

De Rossi ha risposto anche su un altro episodio delicato: "Quando però ho parlato della tessera del tifoso accennando alla tessera del poliziotto ho sbagliato. Il mio parere era che non fosse giusto schedare tutti i tifosi perché ce ne sono un centinaio scalmanati. Feci questa dichirazione che se uno la va a risentire non ci trova nulla di male".

Infine l'intervista-confessione, torna poi sulla vita privata del 'Capitan Futuro': "La separazione è stata una belle botta. Sono cose che si superano, ormai sono passati 3 anni, è stata tosta perchè io sono molto riservato. Adesso siamo buoni amici ed è tutto a posto. Mia figlia è il centro di tutto.  La bambina è tranquilla, serena, la vedo sempre, nonostante la gente si inventi gossip legati a questa cosa, se gioco male dicono che sono triste perchè non vedo Gaia, ma non è così. Se ho rinunciato a qualche offerta per lei? Finora no, non sono rimasto perché qui c'è mia figlia. Sarebbe stato romantico dirlo, ma in realtà è perché sono innanzitutto un tifoso della Roma".


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

Torna su
RomaToday è in caricamento