Roma rischia di perdere gli Internazionali di tennis: "A Milano interesse che qui ci sogniamo"

Il presidente delle Fit Binaghi: "Abbiamo trovato un interesse da parte dell'assessore e del sindaco che qui a Roma non ci siamo mai sognati negli ultimi 15 anni"

Uno smash inatteso. Grande sorpresa nella Capitale per le parole del presidente della Fit Angelo Binaghi che ieri, nel corso di un'intervista a Gr Parlamento, ha aperto la porta ad un possibile trasferimento degli Internazionali di Tennis da Roma a Milano. "Abbiamo creato un nuovo asset su Milano", ha spiegato Binaghi. "I primi ritorni sono assolutamente positivi. Abbiamo trovato un interesse da parte dell'assessore e del sindaco che qui a Roma non ci siamo mai sognati negli ultimi 15 anni: se son rose fioriranno...".

Binaghi ha poi spiegato di "avere un buon rapporto con l'ex vice-sindaco, l'assessore Frongia, e credo sia lui l'unico interlocutore". Sulla sindaca Raggi? "Mi sembra abbia altri tipi di problemi...". 

Un'ipotesi sul tavolo quindi che ha sorpreso l'amministrazione capitolina che per voce dell'assessore allo sport Daniele Frongia ha replicato: "Ci dispiace apprendere che il presidente della Fit, Angelo Binaghi, abbia dichiarato che sta creando un nuovo ponte e asset su Milano per gli Internazionali di tennis. Proprio nelle scorse settimane si è deciso in accordo con le amministrazioni coinvolte, Mibact, Regione Lazio e Coni, di indire un concorso internazionale per la copertura dello stadio Centrale del tennis e la sindaca Raggi aveva scritto agli uffici per avere un'accelerazione sui tempi".

Frongia spiega di aver "già pensato a un incontro con tutti gli uffici di Roma Capitale coinvolti per preparare la città a questo intervento e agli eventi che ne seguiranno. Infine - conclude - voglio confermare l'intenzione del Campidoglio a ospitare gli Internazionali e la stima e i buoni rapporti con il presidente della Fit". 

Già nel 2015 Binaghi aveva avanzato perplessità sulle strutture del Foro Italiaco. "Quest'area è bellissima ma fortemente vincolata, e ciò ci crea delle difficoltà - aggiunge Binaghi -. Il Centrale è bellissimo ma è nato piccolo". Quest'anno è stata realizzata una nuova Grandstand Arena (5mila posti), il Pietrangeli è stato ampliato (+800 posti) e i 1.500 mq della Sala delle Armi sono stati dedicati alla players lounge (con 7mila pasti forniti)". All'epoca, con ancora il sogno olimpico all'orizzonte, si parlava di uno spostamento a Fiumicino. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

Torna su
RomaToday è in caricamento