venerdì, 01 agosto 25℃

E' morto Giorgio Chinaglia ex bandiera della Lazio di Maestrelli

Con la Lazio segnò 98 gol in 200 partite e vinse un campionato nel 1973-74 e la classifica dei marcatori con 24 gol. Chinaglia è morto in Florida, venerdì aveva avuto un infarto

Lorenzo Nicolini 1 aprile 2012
17

Giorgio Chinaglia è morto in Florida la mattina del 1 aprile 2012, in Florida, a seguito di un infarto. Chinaglia era ricoverato dallo scorso venerdì in un ospedale della Florida per un attacco di cuore. A riportare per prima la notizia è stato il direttore organizzativo del Milan, Umberto Gandini, in contatto con ambienti dello sport americano. Da lì è stata Sky Sport a rilanciarla e poi i principali quotidiani nazionali.

LA CONFERMA DELLA NOTIZIA - Mio padre Giorgio Chinaglia è morto questa mattina". A confermare piangendo la notizia della scomparsa del leader del primo scudetto laziale data da Skysport, è al telefono dall'America il figlio Anthony. "E' morto questa mattina intorno alle 9:30. Era stato operato una settimana fa dopo un attacco di cuore. Gli erano stati impiantati 4 stent e l'operazione era andata bene. Era stato rimandato a casa dove sembrava essersi ripreso. Stamattina si era svegliato per prendere una medicina e si era rimesso al letto. Poi sono andato a controllarlo ed ho scoperto che non respirava più. Ho provato a rianimarlo ma non c'é stato niente da fare".

Annuncio promozionale

Chinaglia aveva 65 anni è stato un dirigente sportivo ed ex calciatore italiano, di ruolo attaccante. Dal gennaio 2011 è ambasciatore insieme a Carlos Alberto dei New York Cosmos, sua ex squadra, con l'obiettivo di rilanciare la società insieme al presidente Pelé e al direttore tecnico Eric Cantona. Con la Lazio segnò 98 gol in 200 partite e vinse un campionato nel 1973-74 e la classifica dei marcatori con 24 gol.

>> LA CARRIERA DI LONG JOHN <<

Giorgio Chinaglia
moby
ss lazio

17 Commenti

Feed
  • Avatar di leo

    leo ecco chi era GIORGIO CHINAGLIA leggete, voi che tanto lo esaltate www.giornalettismo.com/archives/232200/giorgio-chinaglia-e-i-casalesi-tutta-la-storia/

    il 16 aprile del 2012
  • Avatar di Alex

    Alex http://www.myfirmament.com/?IDG=9 IL FIRMAMENTO BIANCOCELESTE

    il 6 aprile del 2012
  • Avatar di Frank SERPICO

    Frank SERPICO Sebino Nela: "Chinaglia voleva portarmi alla Lazio. Mi disse che per giocarci bisogna avere spirito di sacrificio e capacità di soffrire"
    03.04.2012 13:15 di Luca Capriotti articolo letto 575 volte
    Fonte: Luca Capriotti-Lalaziosiamonoi.it

    "Se ne va un uomo bravo come Giorgio Chinaglia, l’ultima volta che l’ho visto ero a New York per la Supercoppa Italiana tra Juventus e Milan. E’ scomparsa una brava persona, dimenticato da tutti. E’ morto in solitudine in Florida, lontano da tutti. E’ un peccato celebrarlo ora che non c’è più e non quando era vivo". Questo il ricordo di Chinaglia che ha voluto dare Moggi a Radio Mana Manà. Ma un retroscena dal sapore dolce lo fornisce un altro ex-calciatore, e della Roma per giunta. "Chinaglia mi voleva alla Lazio. Io lo ringraziai ma rifiutai l’offerta". Emergono come luce tra gli alberi i ricordi, cominciano ad affiorare dolci, insieme a piccole curiosità su Long John. L'ex giocatore della Roma Sebino Nela, ai microfoni di Radio Manà Manà Sport durante la trasmissione ‘Buongiorno Calcio, racconta di una cena singolare, avvenuta tra lui e Giorgio Chinaglia: "Era appena diventato presidente della Lazio, quando una sera mi invitò a cena perché desiderava parlarmi. Andammo in un locale e lui ad un certo punto mi offrì un foglio bianco e mi disse: “Scrivi la cifra che vuoi…”. Rimasi incredulo, e risposi che io giocavo alla Roma e per cercare di dissuaderlo aggiunsi: “Sai cosa succede se passo alla Lazio?” – ha continuato Nela – Ma lui era convinto della sua idea e continuava a dirmi che io ero un giocatore da Lazio, che ne avevo tutte le caratteristiche. Allora io incuriosito gli domandai cosa significa essere un giocatore da Lazio. E la risposta di Giorgio non si fece attendere: “Giocare nella Lazio vuol dire possedere spirito di sacrificio e capacità di soffrire” - infine ha sottolineato - Naturalmente non se ne fece mai nulla, ma fu una bella serata, trascorsa con una persona piacevole e di grande carisma". Giocare nella Lazio vuol dire possedere spirito di sacrificio e capacità di soffrire. In poche parole, Giorgio Chinaglia, in poche parole, quel che vuol dire, essere laziale.

    il 3 aprile del 2012
  • Avatar di Sampei

    Sampei ciao campione!

    il 2 aprile del 2012
  • Avatar di Lex

    Lex Se ne va un pezzo di storia del calcio, ogni squadra ha le sue bandiere, i suoi trascinatori...di adesso o di allora e Chinaglia è uno di questi...per la Lazio e anche per l'Italia. Persone pazze, esagerate, folli, imprevedibili...che nel bene o nel male, con la personalità dell'essere fanno la storia o lasciano il segno. Gente così non ce più...adesso i giocatori sono impegnati ad entrare in campo con i capelli ben pettinati, con gli scarpini del colore giusto, con lo giusto sguardo quando la telecamera puntata si accende di rosso, con il ciuffo che pende dalla parte desiderata...bah. Giorgio Chinaglia il grido di battaglia!

    il 2 aprile del 2012
  • Avatar di pincopallo

    pincopallo Evviva Long John!
    Il popolo laziale non potrà mai dimenticarsi di te e del tuo attaccamento alla maglia: il tuo cuore era la tua forza, ma purtroppo ti ha tradito sul più bello.
    Giorgio Chinaglia: è il grido di battaglia!!!

    il 2 aprile del 2012
  • Avatar di attilio floccari

    attilio floccari sono diventato laziale grazie a te.............sei sempre stato nel mio cuore e sempre resterai.

    il 2 aprile del 2012
  • Avatar anonimo di Alessandro

    Alessandro Addio Giorgione, con te se ne va un altro pezzo di Lazio...non ti ho vissuto personalmente, ma il primo giocatore che mi viene in mente parlando della nostra Lazio, sei tu...riposa in pace

    il 2 aprile del 2012
  • Avatar di Roberta

    Roberta ....ieri questa notizia mi ha veramente rattristata....
    Un giorcatore perfetto in un uomo discutibile, ma solo per quello che hai rappresentato per noi meriti il firmamento più bello.

    il 2 aprile del 2012
  • Avatar di Caterina ROSSI

    Caterina ROSSI ....nel cielo bianco azzurro brilla un'altra stella, si chiama Giorgio CHINAGLIA, ora incominciate ad esser tanti lassù......e ora con il MAESTRO TOM fate divertire gli ANGELI......ciao Long John.......PER SEMPRE NEI NOSTRI CUORI.

    il 2 aprile del 2012
  • Avatar di Arnold

    Arnold Onora la tua bandiera, e portala in paradiso con te............ ciao Giorgio !!
    .

    l' 1 aprile del 2012
  • Avatar di Arnold

    Arnold La morte di un giocatote e tifoso di questo calibro, lasciano di stucco...... Non ho parole !!!!

    l' 1 aprile del 2012
  • Avatar di mielo mialo

    mielo mialo condoglianze a tutta la famiglia e a tutto il popolo laziale. onore a un laziale VERO

    l' 1 aprile del 2012
  • Avatar di marco rossi

    marco rossi Anche se eri una bandiera della Lazio ti ho sempre ammirato, ricorderò sempre quando da giocatore della nazionale mandasti a quel paese in maniera teatrale l'allenatore perché non condividevi la sostituzione, e tutto sommato avevi ragione...
    Ciao campione.

    l' 1 aprile del 2012
  • Avatar di Frank SERPICO

    Frank SERPICO Giorgio che dire??? mi ricordo da bambino quando venivo allo stadio con mio zio e mio padre che sono ora con te lassù nella grande famiglia biancoceleste, ne hai fatte di tutti i colori, ma a noi laziali piacevi cosi, irruento, guascone che non guardavi in faccia a nessuno e partivi come un bulldozer, mi ricordo quella volta che corresti dietro all'arbitro menicucci con l'ombrello alzato, ma tu eri cosi e cosi voglio ricordarti e con me tanti altrai laziali e non gente che nel bene e nel male ti ha voluto bene ciao long john!!!!

    l' 1 aprile del 2012
  • Avatar di Carl Von Clausewitz

    Carl Von Clausewitz Da Romanista mi sento affranto da questa notizia. E' stato un grande giocatore degli anni 70 ed è un pezzo della mia infanzia che se ne va. Ciao Long John, ti ho preso tanto in giro soprattutto come Presidente della Lazio, ma ora che non ci sei, mi manchi

    l' 1 aprile del 2012
  • Avatar di Arnold

    Arnold Condoglianze alla famiglia....

    l' 1 aprile del 2012