menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Roma, Gervinho: "Dopo l'esonero di Garcia non volevo restare"

L'ivoriano: "Sono rimasto sorpreso, secondo me c'erano tutte le ragioni perchè finisse la stagione. Malgrado tutto quello che si è detto, la squadra non stava poi così male"

Gervinho, attaccante ivoriano passato all'Hebei Fortune in Cina, torna a parlare della sua esperienza alla Roma. E lo fa sulle pagine dell'Equipe. "Sono rimasto sorpreso. Non c'era nessuna ragione per esonerare Rudi Garcia".

Per Gervinho il tecnico francese è quasi un padre sportivo: "Rudi per me è più di un allenatore. E' stato lui che si è impegnato per portarmi a Roma. Dopo la sua partenza mi sono fermato".

"Non voglio mentire: il contratto che mi hanno offerto i cinesi era enorme. Ma la decisione è frutto anche dell'esonero di Garcia che ha fatto precipitare le cose. Sono stato deluso perché secondo me non c`erano motivi per cui non potesse finire la stagione. Nonostante tutto quello che si è detto, la squadra non era così male", ha concluso Garcia.

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Cronaca

      Omicidio a Prati: gestore di una vineria ucciso da un tassista

    • Cronaca

      Sciopero a Roma, il 31 maggio metro e bus a rischio

    • Cronaca

      Rissa tra coppie al parcheggio del Centro Commerciale: donna stesa da un pugno

    • Cronaca

      Omicidio Nino Sorrentino, residenti sotto choc: "Una brava persona, ben voluta da tutti"

    Torna su