Roma, Gervinho: "Dopo l'esonero di Garcia non volevo restare"

L'ivoriano: "Sono rimasto sorpreso, secondo me c'erano tutte le ragioni perchè finisse la stagione. Malgrado tutto quello che si è detto, la squadra non stava poi così male"

Gervinho, attaccante ivoriano passato all'Hebei Fortune in Cina, torna a parlare della sua esperienza alla Roma. E lo fa sulle pagine dell'Equipe. "Sono rimasto sorpreso. Non c'era nessuna ragione per esonerare Rudi Garcia".

Per Gervinho il tecnico francese è quasi un padre sportivo: "Rudi per me è più di un allenatore. E' stato lui che si è impegnato per portarmi a Roma. Dopo la sua partenza mi sono fermato".

"Non voglio mentire: il contratto che mi hanno offerto i cinesi era enorme. Ma la decisione è frutto anche dell'esonero di Garcia che ha fatto precipitare le cose. Sono stato deluso perché secondo me non c`erano motivi per cui non potesse finire la stagione. Nonostante tutto quello che si è detto, la squadra non era così male", ha concluso Garcia.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Ostia

      Ostia, oltre mille cittadini in strada contro il commissariamento: "Non siamo mafiosi"

    • Trastevere

      Il giardino barocco è un miraggio: a via Giulia "ferita aperta" da quasi dieci anni

    • Incidenti stradali

      San Basilio, ubriaco alla guida investe motociclista e scappa: grave il centauro 33enne

    • Politica

      Sgombero palazzo Curia: rilasciati i 15 arrestati, martedì incontro con Berdini

    I più letti della settimana

    • Roma-Samp: sequestrato striscione di solidarietà per vittime del terremoto

    • Juventus-Lazio, le pagelle: la difesa barcolla. Milinkovic lotta

    • Calciomercato Roma, primi contatti con Hiljemark: si tratta

    • Juventus-Lazio, probabili formazioni: Inzaghi sfida Allegri

    • Roma show! Poker servito in Coppa Italia, Samp schiacciata

    • Lazio-Genoa 4-2 | Poker e spettacolo in Coppa Italia. Ora c'è l'Inter

    Torna su
    RomaToday è in caricamento