Roma, Gervinho: "Dopo l'esonero di Garcia non volevo restare"

L'ivoriano: "Sono rimasto sorpreso, secondo me c'erano tutte le ragioni perchè finisse la stagione. Malgrado tutto quello che si è detto, la squadra non stava poi così male"

Gervinho, attaccante ivoriano passato all'Hebei Fortune in Cina, torna a parlare della sua esperienza alla Roma. E lo fa sulle pagine dell'Equipe. "Sono rimasto sorpreso. Non c'era nessuna ragione per esonerare Rudi Garcia".

Per Gervinho il tecnico francese è quasi un padre sportivo: "Rudi per me è più di un allenatore. E' stato lui che si è impegnato per portarmi a Roma. Dopo la sua partenza mi sono fermato".

"Non voglio mentire: il contratto che mi hanno offerto i cinesi era enorme. Ma la decisione è frutto anche dell'esonero di Garcia che ha fatto precipitare le cose. Sono stato deluso perché secondo me non c`erano motivi per cui non potesse finire la stagione. Nonostante tutto quello che si è detto, la squadra non era così male", ha concluso Garcia.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Politica

      Tangenziale Est, cittadini contro Raggi: "La sopraelevata va abbattuta"

    • Cronaca

      Tor Bella Monaca, blitz nel bunker dello spaccio di via Camassei: rimosse le cancellate

    • Politica

      Mafia capitale, appalti nei campi rom: 13 rinviati a giudizio

    • Cronaca

      Zhang Yao: è caccia ai ladri, si indaga sull'investimento

    I più letti della settimana

    • Vigile tifoso, il Comando avvia un procedimento disciplinare

    • La Roma vince il derby ma la Curva Sud piange Giorgetto

    • Sorteggio Europa League, la Roma rischia Mourinho o Villarreal

    • L'acqua in faccia costa cara: due giornate a Strootman. Lulic salvo: "Non è razzismo"

    • Roma è qui la festa: al Tre Fontane 4mila tifosi, è delirio giallorosso

    • Sampdoria-Lazio, le pagelle: Felipe Re degli assist. Ok Parolo e Milinkovic

    Torna su
    RomaToday è in caricamento