Europei di calcio slittati al 2021: le notti magiche degli Azzurri a Roma rinviate per coronavirus

La Uefa: "La salute dei giocatori, degli staff e dei tifosi è la nostra priorità. Da parte di tutti c'è stato un autentico spirito di cooperazione"

L'Uefa ha ufficializzato il rinvio degli Europei di calcio al 2021 vista l'emergenza del coronavirus. Nella nota il presidente Alexandr Ceferin dice che "in un momento come questo la comunità del calcio aveva il dovere di mostrare unione, solidarietà e senso di responsabilità. La salute dei giocatori, degli staff e dei tifosi è la nostra priorità. Da parte di tutti c'è stato un autentico spirito di cooperazione".

Una decisione difficile da prendere per la Uefa, che ha cercato di portare avanti, congiuntamente alle 12 città coinvolte per la 60° edizione del torneo, l’idea di poter giocare sui rettangoli verdi fino all’ultimo, senza pensare ad alternative possibili sino a pochi giorni fa.

Il planning per il 2021 rimarrà invariato: sarà sempre la Capitale d’Italia ad ospitare la cerimonia e la gara inaugurale oltre al concerto di apertura della sera prima. Così come restano invariate le location della altre gare, nel medesimo ordine e con le stesse squadre già stabilite nel Final Draw di Bucarest dello scorso novembre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La decisione della UEFA è stata sofferta ma inevitabile – dichiara la Sindaca Virginia Raggi – Una decisione che va nella direzione di preservare la salute delle persone in questo momento così difficile. Vogliamo vivere il Campionato Europeo di calcio in piena serenità e senza rischi e sono sicura che sarà un evento dalla portata internazionale indimenticabile per la nostra città”.

Abbiamo sperato fino all’ultimo di poter disputare gli Europei a partire dal 12 giugno 2020 nella nostra città – afferma il Commissario Straordinario di Roma Capitale per UEFA Euro 2020 Daniele Frongia - ma non possiamo rischiare la salute della cittadinanza e dei milioni di turisti e tifosi che è giusto si riversino per le strade delle varie città coinvolte senza timore alcuno. Aspettiamo la fine dell’emergenza sanitaria e, nel frattempo, proseguiremo il lavoro ininterrottamente con UEFA, FIGC, il Local Operator, l’Ufficio di scopo e tutti gli altri di Roma Capitale coinvolti per offrirvi una manifestazione di altissimo livello che, siamo certi, resterà nella storia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: a Roma 39 nuovi contagiati, 4031 casi totali nel Lazio da inizio epidemia

  • Coronavirus, a Roma 45 nuovi contagiati: 3600 casi nel Lazio da inizio epidemia. "In continua crescita i guariti"

  • Coronavirus: a Roma 43 nuovi positivi, 4429 casi in totale nel Lazio da inizio epidemia

  • Coronavirus, 36 nuovi contagiati a Roma: 3186 gli attuali positivi nel Lazio. Trend per la prima volta è al 3%

  • Coronavirus: a Roma 45 nuovi contagiati. Nel Lazio 3106 gli attuali positivi, 193 sono in terapia intensiva

  • Spesa on line, consegne a domicilio, e-commerce: le attività aperte che aiutano i romani a restare a casa

Torna su
RomaToday è in caricamento