Caos Roma: dai senatori contro Totti alla cacciata di Di Francesco, ecco la mail della discordia

L'abbraccio tra Totti e De Rossi di domenica sera è l'ultimo fotogramma impresso nella mente dei tifosi della Roma, ma secondo Repubblica nasconde un anno complicato di tensioni

FOTO ANSA/RICCARDO ANTIMIANI

L'annata della Roma da flop rischia di trasformarsi in un incubo. Dopo l'addio di Daniele De Rossi, e i messaggi audio usciti da una conversazione privata su Whatsapp, ecco che spuntano altri retroscena. Secondo Repubblica, infatti, ci sarebbe stata una vera e propria cospirazione contro Francesco Totti.

Carlo Bonini e Marco Mensurati scrivono che De Rossi più i senatori Kolarov, Manolas e Dzeko avrebbero chiesto l'allontanamento da Trigoria dell'ex Capitano, "sostituendolo con qualcuno che lo tenga lontano".

Il tutto facendo fuori anche il tecnico Eusebio Di Francesco e il ds Monchi. A conferma di ciò ci sarebbe, secondo il quotidiano, una mail, scritta la mattina del 16 dicembre, di Ed Lippie, preparatore atletico e uomo di massima fiduca di Jim Pallotta, il destinatario.

Lippie, che ha da pochissimo lasciato la Roma, rivela anche le sue fonti al numero uno giallorosso. Pallotta decide così di informare gli interessati della mail e "per Totti quel racconto è una ferita profonda".

La scelta è quella di non intervenire per compromettere la stagione, ma dopo l'eliminazione dalla Champions per mano del Porto saltano le prime teste. A Roma arriva Claudio Ranieri, e il direttore sportivo cambia. La società, Totti e De Rossi, al momento, ancora non hanno commentato. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento