Città Valmontone (calcio a 5), doppio successo per le due prime squadre femminili di A2 e D

Un settore in prepotente crescita. Il Città di Valmontone non è solo calcio maschile, ma anche futsal femminile

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Valmontone (Rm) – Un settore in prepotente crescita. Il Città di Valmontone non è solo calcio maschile, ma anche futsal femminile. Un’idea che il presidente Massimiliano Bellotti ha voluto sviluppare quattro anni fa accogliendo nel club un gruppo nato nell’anno precedente grazie all’impegno di Lucia Lucciola e Valentina Cerci e che, in questa stagione, ha fatto ulteriori passi avanti vista la presenza di due prime squadre. «Con il salto nel futsal nazionale di serie A2, volevamo comunque continuare a dare la possibilità di giocare ad alcune ragazze del vecchio gruppo e ad altre che ne hanno fatto richiesta – spiega il massimo dirigente del club lepino – Così, alla squadra allenata da mister Giovanni Pacioni che iniziò con me il primo anno di questa avventura, abbiamo affiancato un secondo gruppo che milita in serie D. Le ragazze guidate da mister Antonio Cristofari hanno vinto venerdì scorso la loro prima partita in campionato battendo l’Atletico Tbm Unicusano col punteggio di 3-1 grazie alle reti di Morgia, Pofi e Sas». Il week-end rosa del settore futsal del Città di Valmontone si è completato alla grande con la vittoria di domenica della serie A2 che ha conquistato il passaggio al secondo turno di Coppa Italia di categoria: decisivo il 9-1 ai danni del Futsal Frosinone, sconfitto per 8-0 dall’altra concorrente Fondi che aveva pareggiato 3-3 nello scontro diretto col Città di Valmontone e che quindi è stata estromessa dalla competizione per un discorso di minor gol fatti. Una bella iniezione di fiducia per le ragazze di mister Pacioni che hanno iniziato il campionato con qualche difficoltà, anche in virtù di un calendario estremamente complicato. «Sono davvero contento di veder crescere in questa maniera l’attenzione verso questa disciplina – riprende Bellotti – Ormai siamo diventati un punto di riferimento per diversi paesi del circondario e c’è tanto interesse attorno al nostro club. Abbiamo avuto addirittura la richiesta di alcune giovanissime ragazze e questo ci sta spingendo a programmare la formazione di un gruppo giovanile, magari a partire dalla prossima stagione».

Torna su
RomaToday è in caricamento