Arsenal-Roma: ci siamo

Cresce l'attesa per la sfida dell'Emirates Arena. Juan e Cicinho sono partiti per Londra con la squadra. Per l'esterno non ci dovrebbero essere problemi, mentre il centrale è in forte dubbio

Ci siamo. Per dirla alla Totti è giunta l'ora di spostarsi dal casello per intraprendere la strada verso la finale di Champions di fine maggio all'Olimpico. Prima tappa di questo (i romanisti sperano lungo) viaggio sarà Londra. Un attesa che dura da settantasette giorni in cui la Roma ha rimesso in sesto la classifica in campionato e assistito allo stillicidio dei big dei Gunners.

QUI ROMA
Francesco Totti ce la fa. Salvo sorprese il capitano giallorosso dovrebbe essere regolarmente in campo all'Emirates Arena. E' durato 12 ore l'allarme per il risentimento muscolare che ha tenuto con il fiato sospeso l'intera città, oltre che il tecnico Spalletti.

Per il tecnico di Certaldo però le grane non mancano. Juan infatti non andrà neanche in panchina, mentre si spera di riuscire a compiere il miracolo per Cicinho che mal che vada si accomoderà in panchina. Posto tra le riserve anche per Aquilani le cui condizioni migliorano.

Per quanto riguarda Vucinic si deciderà solo all'ultimo se portarlo in panchina o meno. Le sue condizioni saranno valutate alle 18. Difficilmente però potrà fare, come ipotizzato, staffetta con Totti.

Per sostituire Juan, Spalletti tiene aperto il ballottaggio tra Loria e Diamoutene. Il primo appare favorito, ma il secondo ieri nella rifinitura è apparso particolarmente in forma.

LA MALEDIZIONE INGLESE
La Roma non passa un turno di coppa contro le inglesi dal 1999. Il precedente vincente è del 1999 contro il Newcastle quando bastò un gol di Totti per decidere il doppio confronto. Da allora bruciano, e parecchio, i due precedenti recenti con il Manchester. Memorabile, in negativo, il 7 a 1 dei quarti di due anni fa.

QUI ARSENAL

Wenger ha perso i suoi big, uno dopo l'altro. Fabregas è out da dicembre e tornerà a fine marzo. Adebayor ha un guaio muscolare che lo tiene fermo da quasi un mese. Lungodegenti sono anche Rosicky e Walcott, la nuova stella del calcio inglese. L'attacco sembrava potesse essere affidato ad Eduardo, ma il brasiliano si è infortunato nuovamente, lasciando nei guai Wenger. In avanti tutto peserà su Van Persie che sarà affiancato da Bendtner quest'estate in predicato di passare proprio alla Roma. A centrocampo il pericolo numero uno è Nasri, ma occhio anche a Eboue e Denilson. In difesa Tourè e Gallas costituiscono una coppia solida. Ai lati Sagna e Clichy.

I NUMERI DELL'ARSENAL

I Gunners non vivono un buon momento in campionato. Dalla chiusura della prima fase della Champions hanno raccolto appena 3 vittorie e 7 pareggi. Nelle ultime 3 partite per gli uomini di Wenger tre pareggi consecutivi. Poco confortante per la Roma il dato che riguarda l'Emirates Arena. Da quando esiste l'Arsenal non vi ha mai perso. In 12 incontri sette le vittorie e cinque i pareggi.

LA FORMAZIONE DEI GUNNERS

Salvo sorprese i Gunners dovrebbero giocare con un 4-4-2 classico. In porta Almunia. In difesa da destra a sinistra: Sagna, Tourè, Gallas e Clichy. A centrocampo Eboue, Denilson, Diaby e Nasri. In avanti Van Persie e Bendtner.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero a Roma: oggi a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Tragedia a Ostia, muore bimbo di 11 anni: si era sentito male a scuola

  • Weekend dell'Immacolata a Roma: che fare sabato 7 e domenica 8 dicembre

  • 8 dicembre, festa per l'Immacolata e Spelacchio a piazza Venezia: strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero a Roma: domani a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Ostia piange Simone, il bimbo di 11 anni morto dopo un malore a scuola. Indaga il Pm

Torna su
RomaToday è in caricamento