menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Calciomercato Lazio, addio Reja: arriva Di Matteo, Zola o Gasperini

Il casa biancoceleste è ora di rivoluzione. Dopo un vertice tenutosi ieri a Formello sembra che Reja sia ad un passo da dire addio alla Lazio. C'è già un pre accordo con Zola ma il sogno rimane Di Matteo che non rimarrà al Chelsea

"Non penso che le valutazioni su un allenatore si possano trarre da una gara. Il lavoro si vede nell'arco del campionato, poi la società valuterà cosa ha fatto il tecnico". Erano le parole di Edy Reja il giorno dopo la vittoria contro l'Inter nell'ultima giornata di campionato e forse anche l'ultima sulla panchina della Lazio. Ieri sera, a Formello, è andato in scena un summit tra il tecnico, il direttore sportivo Igli Tare e il presidente Claudio Lotito. In due ore di colloquio si è analizzata l'annata trascorsa, la mancata qualificazione in Champions League, l'eliminazione in Europa League e in Coppa Italia ma soprattutto i tanti, anzi troppi infortuni

La dirigenza biancocelste sente il bisogno di rinnovarsi ed per questo che già da tempo (da gennaio ndr), Lotito ha bloccato Gianfranco Zola. L'ex tecnico del West Ham piace al presidente della Lazio e porterebbe con sè anche Pierluigi Casiraghi ex ct dell'Italia Under 21 per quella che sarebbe una panchina a due. Nelle ultime ore, però, sta prendendo corpo un'ipotesi affascinante: Roberto Di Matteo. L'allenatore che ha portato il Chelsea in finale di Champions League l'anno prossimo non sarà sulla panchina dei 'Blues' perché spodestato da Fabio Capello. La trattativa non è facile ma non impossibile. La terza via, quella che però convince meno, porterebbe a Giampiero Gasperini con Reja, sì ancora lui, come supervisore dell'area tecnica. Staremo a vedere, la rivoluzione è appena cominciata. 

Potrebbe interessarti


Commenti (2)

  • Avatar anonimo di Alessandro
    Alessandro

    Difficile pensare che un allenatore con gli attributi possa sedere sulla panchina della Lazio finchè la dirigenza sarà quella attuale..Anche Reja, in più circostanze, ha dimostrato di non voler prendere posizioni forti per non entrare in contrasto con la proprietà..questo gestore ci sta distruggendo, calcisticamente parlando, è un male incurabile..

  • Magari!! Purchè venga qui per fare il manager all'inglese e non l'aziendalista come penso gradisca Lotito.

Più letti della settimana

Torna su