Lucky Red alla Festa del Cinema, non solo 'Le ragazze di Wall Street': "Ecco i titoli del 2020"

Il fondatore e direttore di Lucky Red, Andrea Occhipinti, ai microfoni di RomaToday: "Cinema italiano in crescita, è di qualità e variegato. Pronti a farci commuovere dal gesto d'amore di '18 regali'."

foto: Fabio Iovino

Lucky Red, tra le più prestigiose e apprezzate società indipendenti di produzione e distribuzione di cinema di qualità, conferma la propria presenza alla Festa del Cinema di Roma

Lucky Red alla Festa del Cinema

Dalla tenerezza di Pupazzi alla riscossa all’incredibile storia vera di Hustlers.Le Ragazze di Wall Street, fino alla commedia francese Le Meilleur Reste à Venir: sono tre le premiere firmate Lucky Red alla quattordicesima edizione del Roma Film Fest. 

E mentre all’Auditorium Parco della Musica le proiezioni sono ancora in corso e i red carpet continuano a conquistare la curiosità del pubblico, RomaToday ha incontrato Andrea Occhipinti, fondatore di Lucky Red. Occhipinti, che da 32 anni dirige Lucky Red, ha dato la propria visione sulla Festa del Cinema di Roma e sullo stato di salute del cinema italiano sottolineando i perché di alcune scelte effettuate dalla sua società, la prima distribuzione cinematografica indipendente italiana. 

Non potevamo non partire dalla scelta di distribuire Hustler. Le ragazze di Wall Street diretto da Lorene Scafaria. Protagoniste della pellicola alcune spogliarelliste che, tra crisi economica e finanza spietata, decidono di “sfruttare invece che farsi sfruttare”. 

Perché distribuire un film che parla di un mondo, quello delle spogliarelliste e dei night club, già abbondantemente visto sul grande schermo?

“Hustlers. Le ragazze di Wall Street non è un film come gli altri che hanno trattato le stesse tematiche. Abbiamo trovato interessante il punto di vista femminile su questo mondo. La particolarità di Hustlers è che parla di persone: racconta di donne sfruttate nel loro ruolo di intrattenitrici che passano alla riscossa. Le protagoniste, amiche e complici, si rivalgono sugli uomini di Wall Street, dei veri e propri pescecani amorali. Non a caso Hustlers in Italia uscirà come ‘Le ragazze di Wall Street’, quasi in contrapposizione al film di Martin Scorsese ‘The Wolf of Wall Street’ di qualche anno fa”. 

Qual è lo stato di salute del mercato del cinema?

"Il mercato del cinema ha un trend positivo. Finalmente anche in Italia abbiamo l’uscita e il posizionamento di film belli e interessanti durante l’estate: anche in virtù di questo abbiamo un 30% in più di biglietti venduti rispetto agli anni precedenti".

Alla Festa del Cinema di Roma 2019 c’è anche l’omaggio alle dinastie che hanno reso grande il cinema italiano, a cominciare dai Cecchi Gori: dal punto di vista della qualità e dell’offerta come trova i film italiani più recenti?

"Il cinema italiano è sicuramente in crescita, l’offerta è ampia e variegata. Tra i film recenti più belli bisogna citare sicuramente ‘Il Traditore’ di Marco Bellocchio con Pierfrancesco Favino presentato al Festival di Cannes 2019; ‘Mio fratello rincorre dinosauri’ diretto da Stefano Cipani ma anche ‘Il primo Re’ di Matteo Rovere. Ricordo che a Natale uscirà ‘Pinocchio’ di Matteo Garrone".

Ma quali i titoli sui quali puntare nel 2020?

“Tra i film italiani più attesi del 2020 c’è sicuramente quello di Gabriele Mainetti: ‘Freaks Out’. Il regista dopo il grande successo de ‘Lo Chiamavano Jeeg Robot’ è pronto a confermarsi”. 

Nel cast Claudio Santamaria, Aurora Giovinazzo, Pietro Castellitto e Giancarlo Martini oltre a Giorgio Tirabassi, Max Mazzotta, e Franz Rogowski. 

“Proprio il 1 gennaio poi uscirà ‘Tolo, Tolo’, il nuovo film di Checco Zalone ma – dice Occhipinti – dovremmo essere pronti a farci sorprendere da ‘18 regali’, un film tratto dalla storia vera di Elisa Girotto”. 

18 Regali è un film d’amore, seppur drammatico. Elisa aveva solo quarant’anni quando un male incurabile l’ha portata via da suo marito, dai suoi cari e della sua bambina di appena un anno: prima di andarsene però Elisa ha deciso di lasciare alla sua piccola 18 regali, uno per ogni anno fino al compimento del diciottesimo. “Un gesto d’amore straordinario” – commenta Occhipinti. Nel cast Vittoria Puccini, Benedetta Porcaroli ed Edoardo Leo.

Quali sono gli effetti di piattaforme streaming e film online sul cinema e sul suo mercato?

“Le piattaforme di streaming rappresentano un’offerta alternativa interessante. La cosa positiva è che parlano lo stesso linguaggio del cinema: spesso attori e registi sono quelli del grande schermo. Il pubblico è sempre quello che ama il cinema. Per questo penso che siano due mondi in comunicazione e non in contrasto”. 

Come le è sembrata questa 14esima edizione de La Festa del Cinema? 

“Credo che questa quattordicesima edizione sia stata straordinaria non solo per la presenza di film di qualità, ma anche per la partecipazione di grandi personaggi italiani e internazionali. E’ stata una manifestazione a cui la città ha dato una risposta positiva: una Festa del Cinema molto partecipata da romani e non solo”. 
 

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
RomaToday è in caricamento