La storia del supplì

Come nasce il supplì? E soprattutto quali sono le prime testimonianze di un dei piatti più conosciuti della cucina romana?

Foto di Donnesi

Insieme alla Cacio e pepe e all'amatriciana è senza dubbio, una delle pietanze più rinomate della cucina romana. Non c'è romano o turista che durante un pranzo o una cena rinunci ad assoporare la bontà di un supplì. Del resto, il famoso fritto può essere gustato anche per strada, camminando tra una via e l'altra della città eterna. Ma quali sono le origini del preparato con riso bollito, ragù di carne e mozzarella? Soprattutto, è sempre stato venduto in ristoranti o pizzerie? E qual è l'anno in cui la ricetta del supplì ha fatto il suo ingresso nei libri di cucina?

Intanto sappiamo che l'origine del nome è da ascrivere alla lingua francese "surprise", sopresa appunto, proprio in riferimento alla mozzarella filante che si trova all'interno e che si scopre dopo il primo boccone. Il supplì, sempre a forma schiacciata resta tra i prodotti più apprezzati da grandi e piccoli.

Il miglior supplì di Roma? Sceglietelo voi! #aromacipiace

Ma cosa sappiamo della sua storia? I primi supplì sono stati venduti per strada, fritti al momento in un una grande pentola e venduti ancora caldi. Questo avveniva principalmente durante eventi cittadini, come le feste, i mercati o anche le fiere. Invece, le prime tracce che raccontano la presenza del supplì all'interno di ristoranti e locande della Capitale, risalgono alla fine del 1800. Era proprio il 1870, infatti, quando la parola supplì viene inserita all'interno del menù della Trattoria della Lepre “soplis de riso”.

Bisogna aspettare ancora qualche anno perché anche la prima ricetta possa fare il suo ingresso nel panorama culinario di Roma. Siamo arrivati al 1929 e in quell'anno, nel libro di Ada Boni intitolato "La cucina romana", si trova la prima ricetta di quello che poi sarebbe diventato un appuntamento quasi quotidiano per tutti i romani.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

Torna su
RomaToday è in caricamento