← Tutte le segnalazioni

Disservizi

la biblioteca comunale giordano bruno abbandonata dalle istituzioni

La Biblioteca comunale Giordano Bruno, unica biblioteca punto di riferimento per la cittadinanza nel quartiere Prati-Trionfale che conta circa 80 mila abitanti, attende da oltre 30 anni una nuova sede, con locali decisamente più capienti e idonei, dal momento che si trova in uno spazio di appena 100 mq in cui sono concentrati tutti i numerosi servizi che il personale della biblioteca con professionalità e dedizione offre ai numerosi utenti, di ogni fascia di età. Infatti ai classici servizi di Emeroteca e prestito libri-dvd, vanno aggiunti il servizio di navigazione internet e di lettura, il Circolo di Lettura, iniziative ludico-pedagogiche per bambini, corsi di lingua straniera e posso continuare con altri esempi, quindi si tratta di un patrimonio che va valorizzato e difeso, o almeno questo accadrebbe in un Paese normale che vive di cultura.
In questi decenni si sono succeduti molti Sindaci, Assessori, Consigli Comunali e Presidenti di Municipio, di diverso colore politico, che hanno fatto molte promesse (da marinaio) assicurando che la biblioteca sarebbe stata trasferita in nuovi locali, prima a Via Sabotino, poi in Via del Falco, poi nel Nuovo Mercato Trionfale di Via Andrea Doria inaugurato qualche anno fa. Proprio nel nuovo Mercato erano stati assicurati oltre 700 mq di spazi per la biblioteca su lato Via Tunisi. Della situazione è a conoscenza anche la Presidente del I Municipio che in campagna elettorale è anche venuta a visitare la biblioteca, ma si sa che oramai il quartiere Prati-Trionfale, da quando l'ex 17° Municipio è stato accorpato al I Municipio, è divenuta "periferia" del I municipio. Insomma abbiamo avuto Rutelli, Veltroni, Alemanno e ora Marino, ma a quanto pare trovare uno spazio congruo ad una biblioteca sembra una impresa ardua.
Invito tutti i cittadini a recarsi direttamente in biblioteca a firmare la petizione che il Comitato Amici della Biblioteca ha creato, e chi fosse impossibilitato, può firmare online nella pagina http://www.petizionepubblica.it/?pi=P2015N47340.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • insomma alla gente non gliene frega na mazza

  • www.petizionepubblica.it nella sezione Società potete firmare online purchè residenti nel comune di roma, bisogna salvaguardare il patrimonio culturale della città, che da anni subisce tagli su tagli sebbene le biblioteche siano luogo di aggregazione sociale

Segnalazioni popolari

Torna su
RomaToday è in caricamento