← Tutte le segnalazioni

Degrado urbano

Lettori - "Garbatella nuova, che delusione!"

Redazione

Via Bartolomeo Diaz · Garbatella

Quando circa due anni fa mi trasferii a Garbatella "Nuova" , al complesso "Parco Ostiense", ero pieno di speranze di aver scelto un quartiere verde, ecologico, e urbanisticamente di grandi prospettive. Purtroppo il mio entusiasmo iniziale è stato sconfessato:

  • Il parco che da' il nome a questa zona e realizzato con i soldi dei costruttori, e non per ultimo con i soldi di centinaia di acquirenti di case, rimane chiuso al pubblico.
  • La trascuranza e l'inerzia quasi totali da parte dell'amministrazione locale fa sì che siamo anni luce dallo standard di base di una capitale europea rispetto a decoro ed ecologia. Consiglio una passeggiata tra via C. Bavastro - P. Giovanni da Verrazzano - Piazzale XII Ottobre 1492 verso "Eataly" per farsi un'idea della triste realtà:

  • "Area verde" tra v. Capitan Bavastro e v. Fernando Colombo: lunga ca. 300 e larga 200 m - solo erbacce rinsecchite alte fino a 2 metri e tanta, ma tanta monnezza, marciapiedi idem
  • "Parco" Piazza G. Verrazzano : altro scempio - monnezza ovunque , panchine rotte, circondato da accampamenti abusivi
  • Proseguendo verso "Eataly", "fiore all'occhiello del VIII Municipio", persino davanti allo stesso palazzo Eataly : isole pedonali e aiuole completamente incurate, anziché prati solo erbacce rinsecchite e ripiene di rifiuti, oltre alle macchine parcheggiate abusivamente ovunque (senza la minima sanzione) .

Venendo da un paese situato un po' più a nord mi chiedo: come è possibile che in una capitale europea di un grande paese, i suoi cittadini (e contribuenti) siano lasciati in tali condizioni ?

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Proprio a questo pensavo oggi passando di lì e considerando che il profumo di fritto di pesce non riesce ad "offuscare" lo "squallore", l'abbandono, lo sporco consolidato ed il degrado generalizzato di un quartiere da troppo tempo ormai abbandonato a se stesso. Eataly è stata l'operazione "grandiosa" e "meritoria" di un imprenditore che ancora lavora italiano in Italia! Verosimilmente avrebbe potuto costituire un ottimo volano per la zona che versava ieri ma ancora oggi purtroppo in una condizione disastrosa e di totale abbandono! Bisognerebbe cercare di capire quali fossero gli impegni presi da Roma Capitale a fronte degli investimenti del Sig. Farinetti ma anche quelli assunti dallo stesso a fronte dei permessi ottenuti da Roma Capitale. Certo è che suonano poco convincenti le parole del nostro primo cittadino che "straparla" di turismo e di "immagine galattica" di Roma ma non si cura dei tanto "lecchinati" viaggiatori che sbarcano da Italo in un quartiere da terzo mondo, sporco e popolato, soprattutto di sera e di notte, da ogni genere di disagio. Ormai ci si domanda sempre più frequentemente se dobbiamo ritenere di essere governati o sottomessi, mentre le istituzioni fanno orecchie da mercante di fronte a qualsiasi istanza, tanto ormai la gente è sfinita... Forse!

Segnalazioni popolari

Torna su
RomaToday è in caricamento