Liceo Tasso occupato "contro la demagogia del governo giallo-verde"

Il liceo classico di via Sicilia si unisce alla contestazione avviata da altre scuole di Roma. Ecco perchè è stato occupato il Tasso

Si fa sempre più caldo l'autunno nelle scuole superiori della Capitale. Dopo l'occupazione del Mamiani, del Virgilio e del Socrate, anche il liceo classico di via Sicilia entra in occupazione. 

In contrapposizione al governo

La decisione è stata presa a maggioranza dei voti. "Dopo numerosi ed approfonditi dibattiti – spiegano gli studenti in una nota- il corpo studentesco si è mostrato favorevole ad aderire alla piattaforma di protesta già seguita dai licei Mamiani, Virgilio, Socrate, Albertelli e Righi con le loro occupazioni, in opposizione ai primi provvedimenti attuati dal governo insediatosi a seguito delle elezioni del 4 marzo".Sono tante le contestazioni mosse dagli studenti che esprimono solidarietà al sindaco di Riace Mimmo Lucano ed al centro Baobab, recentemente sgomberato.

Le ragioni della contestazione

"Ci schieriamo altresi' contro la demagogia del governo gialloverde – si legge nel comunicato – che continuamente strumentalizza e demolisce la solidarietà  umana, trasformando in criminali coloro che cercano di dare dignità a tutti". Bocciate quindi le politiche economiche e sociali, verso le quali il Tasso occupato "esprime il proprio dissenso".  Stesso giudizio viene riservato vero il Decreto Scuole Sicure, contestato perchè "in malafede confonde  la sicurezza nelle scuole con un controllo militare degli studenti". La sicurezza invece, per gli studenti di via Sicilia, andrebbe ricercata nella manutenzione ordinaria e straordinaria degli stabili. Perchè "una scuola è sicura se non cade il cornicione e se i riscaldamenti funzionano in inverno".

Il vero cambiamento

La protesta del Tasso contiene anche una chiara proposta. "Riteniamo  che il cambiamento sia nel dare dignità al lavoro" mentre viene contestato il reddito di Cittadinanza.  Ma il cambiamento consiste anche " nel rendere valore alla vita umana, nell'investire sull'efficienza delle strutture sanitarie e dei trasporti. Il cambiamento – aggiungono gli studenti, invitando il corpo insegnante ad unirsi nella mobilitazione – è nell'investimento sulla Scuola Pubblica".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta dal viadotto: morto imprenditore del crack Qui!Group

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Da Canova a Frida Kahlo, tutte le mostre da non perdere in autunno a Roma

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

Torna su
RomaToday è in caricamento