Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

VIDEO | Occupazione di via Bibulo, arriva lo sfratto per quattro famiglie: "Non molliamo"

Picchetto anti sfratto stamattina, venerdì 15 dicembre, in difesa di quattro famiglie a cui l'ufficiale giudiziario era arrivato per togliere la casa. Esecuzione rinviata a marzo anche se la battaglia per ottenere l'acquisizione dell'immobile a patrimonio pubblico “andrà avanti, non ci fermiamo”.

 

Sono 98 le famiglie che vivono all'interno del palazzo di via Bibulo 13, zona Don Bosco. Tra loro, più della metà è composta da storici inquilini a cui, da oltre dieci anni, non è mai stato rinnovato un contratto d'affitto ma, vedendo la corrispondenza tra loro e le proprietà che si sono susseguite negli anni, pagano ogni mese un'indennità d'occupazione. “Come se fosse un canone d'affitto agevolato”, sottolinea Anubi, dell'associazione di occupanti costituita nel 2008. In questo palazzo molte famiglie in emergenza abitativa trovarono casa nel 2005, quando l'allora presidente municipale, Sandro Medici, ha firmato una requisitoria su questo stabile.

“Un atto che non fu mai accolto dal Campidoglio – spiega Anubi – e che ha di fatto permesso alla proprietà di avanzare con gli sfratti per fine locazione, atti mai mesi in pratica fino a stamattina, ma che siamo riusciti a fermare”. Pe loro il mese di maggio poteva segnare la svolta in questa vicenda. “Ma – continua Anubi - , malgrado ci sia stato un atto dell'allora assessore comunale Mazzillo in cui manifestava l'interessa pubblico ad acquistare questo immobile all'asta per rispondere all'emergenza abitativa, con i fondi stanziati dalla Regione Lazio, all'asta l'ha spuntata un privato, ancora una volta”.

E stamattina è arrivato l'ufficiale giudiziario: “Il nostro obbiettivo ora è la Regione – conclude – perché dopo il dietrofront del Comune nell'acquisirlo a patrimonio pubblico attraverso la nuova proprietà, è la Regione che deve affrontare la questione. Qui ci sono 70 famiglie in graduatoria per un alloggio Erp ormai da anni, paghiamo regolarmente le utenze di luce e acqua come associazione di occupanti. Devono risolvere la questione una volta per tutte”.  

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento