Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | “Roma città aperta”, le sardine romane si prendono piazza Santi Apostoli

La manifestazione organizzata nel pomeriggio di domenica 16 febbraio, mentre all’Eur Matteo Salvini lancia la sua campagna elettorale per la Capitale

 

Sardine di cartone. Ma anche come spille, cravatte e cerchietti per i capelli. Le sardine romane tornano in piazza. Una manifestazione in cui il movimento, nato in Emilia Romagna, vuole ribadire con forza la propria presenza in vista del turno elettorale per il Campidoglio. 

E non a caso piazza Santi Apostoli inizia a riempirsi proprio nel momento in cui al Palazzo dei Congressi dell’Eur, Matteo Salvini lancia ufficialmente la corsa della Lega. “Non siamo anti Salvini, ma siamo contro un cero tipo di politica che si esprime con toni e contenuto che non ci appartengono - spiega Aureliano Verità, 6000 sardine di Roma -. Siamo ancora in una fase embrionale, una fase di ascolto della cittadinanza. Presto per trovarci schierati, ma sicuramente lo faremo una volta conosciuti i programmi di chi si candiderà a sindaco del Comune di Roma”.

Durante tutta la manifestazione, dal palco sis ono susseguiti numerosi gli interventi, ma anche momenti di musica e lettura. Poco si parla in realtà della Città Eterna, fatta eccezione per la Casa internazionale delle donne e Baobab Experience. Si affronta il tema dell’abrogazione dei decreti sicurezza, dello Ius Soli, fino al giovane Patrick Zaky, il giovane ricercatore ancora in carcere in Egitto: “Trovo vergognoso che il nostro Ministro Di Maio pensi a farsi i selfie mentre Patrick è ancora nelle mani dei suoi torturatori”, dice dal palco Lorenzo Donnoli delle sardine di Bologna.

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento