Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

VIDEO | Incendio Pecora Elettrica, Centocelle alza la voce: in migliaia al corteo contro la paura

Il lungo e partecipato corteo organizzato dalle realtà sociali di zona in solidarietà ai titolari della Pecora Elettrica

 

“Siamo tutti la Pecora Elettrica”. Sono almeno tremila le persone che nella serata di ieri, mercoledì 6 novembre, hanno deciso di sfilare per le strade del quartiere Centocelle in un corteo spontaneo di solidarietà dopo che, per la seconda volta, la libreria antifascista di via delle Palme è stata distrutta da un incendio doloso. Troppo il dolore dei proprietari che con fatica, e grazia alla raccolta fondi portata avanti anche dalla rete dei commercianti CentoCellule, erano riusciti a ricostruire. pronti ad una festa inaugurale, prevista per giovedì 7 novembre, che purtroppo non si farà mai.

Da piazza dei Mirti fino a piazza Teofrasto, per poi percorrere un tratto in quel parco che si affaccia proprio a via della Palme, completamente al buio: “Boccuzzi accendi ste luci”, intonano i manifestanti in coro riferendosi al presidente di municipio, accusato di essere rimasto assente dal primo incendio dello scorso 25 aprile.

La manifestazione si conclude intono alle 21 davanti al locale con lo striscione “Combatti la paura, difendi il quartiere” usato in testa al corteo, attaccato proprio di fronte. E quella “Bella ciao” cantata con le torce dei telefonini accese, ad illuminare al strada. Un lungo applauso poi saluta Danilo e Alessandra (proprietari della Pecora Elettrica) e chiude il presidio di solidarietà, ma vuole mandare loro anche un altro messaggio: “Non siete soli”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento